Jacques Hotteterre

Jacques Martin Hotteterre (1674 – 1763)

detto Le Romain per un presunto soggiorno in Italia, proviene da una ben nota famiglia francese di musicisti e costruttori di strumenti musicali.
Flautista e musettista di grande talento, è stato anche un eccellente costruttore: con molta probabilità sono suoi i tre flauti traversi contrassegnati soltanto “Hotteterre” e conservati a Berlino, San Pietroburgo e Graz.
Entrato nella Grande Écurie nel 1705 come suonatore di fagotto, già qualche anno dopo poteva fregiarsi del titolo di “Flûte de la chambre du Roy”, la massima carica a cui un esecutore potesse aspirare.

All’affermazione del flauto traverso, Jacques Hotteterre fornisce un contributo determinante: scrive moltissimi brani applicando le forme della letteratura violinistica, e pubblica importanti trattati che vengono tradotti anche in fiammingo e in inglese.
Nel 1707 stampa il primo trattato per flauto traverso di cui si ha notizia: il “Principes de la flûte Traversière”; dopo qualche tempo Hotteterre pubblica “L’art de préluder sur la flûte traversière”, due importanti saggi ricchi di informazioni tecniche e con un riguardo particolare alle modalità di ornamentazione ed ai principi della improvvisazione.

Tra le sue composizioni musicali sono da ricordare soprattutto le Suite per flauto traverso e basso continuo e le Suite per due flauti.

Triosonata in Si min.
Roma Baroque Consort

Rondeau Le Plaintif
F. Bruggen – G. Leonhardt – W. Kuijken

Suite nr. 3 per flauto e basso continuo
Trio Leobard

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...