Antonio Valente

Antonio Valente (1520 ? – 1601 ?)

Antonio Valente, musicista su cui troverà le basi quella che diverrà la Scuola Napoletana, è storicamente significativo poiché, nell’ambito della musica cembalo-organistica, contribuisce all’evoluzione delle forme, quali il ricercare e la toccata.
Cieco fin dall’infanzia, è conosciuto per il volume “Intavolatura de Cimbalo” pubblicato nel 1576, scritto per apprendere con facilità la tecnica dello strumento, e per le musiche liturgiche per organo composte durante la sua attività di organista presso la chiesa Sant’Angelo al Nilo, di Napoli. I “Versi Spirituali”, del 1580, costituiscono il primo esempio di musica liturgica dove l’organo, liberatosi dal legame con il canto gregoriano, presenta temi di libera inventiva.

Intavolatura di Cimbalo: Variazioni su “La Romanesca”
Rosemary Thomas, clavicembalo

Ballo dell’Intorcia
Franco Bandera, spinetta

Gagliarda Napoletana
Jordi Savall, viola da gamba – Rolf Lislevand, chitarra barocca – Arianna Savall, arpa – Pedro Estevan, tamburello – Adela González-Campa, nacchere

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...