John Dowland

John Dowland (1563 – 1626)

John Dowland, liutista e compositore tra i più grandi del Rinascimento inglese, è ancora oggi preso a modello per l’atmosfera inquieta delle sue composizioni dalle linee melodiche semplici, con pochi abbellimenti nell’accompagnamento che mai oscura il senso delle parole.
John Dowland, nato forse a Dublino o a Londra, è un musicista dalla vita errabonda ed enigmatica.
Dal 1579 al 1584 è al servizio di Sir Henry Cobham, ambasciatore inglese a Parigi, e in questo periodo le sue prime composizioni sono influenzate dall'”air de cour”, canto profano con accompagnamento di liuto, molto popolare in Francia sotto Luigi XIII. Si converte al cattolicesimo e si trasferisce a Venezia. Baccellierato in musica a Oxford nel 1588 e dottorato a Cambrige nel 1597, poi, nel 1598, abiurando la religione cattolica, viene assunto come liutista alla corte di Cristiano IV di Danimarca; torna a Londra nel 1606, al servizio di lord Walden, e nel 1612 ottiene un posto di liutista presso la corte di Giacomo I d’Inghilterra, che mantiene per il resto dei suoi giorni.
Nella cospicua produzione musicale di John Dowland emergono i tre libri di Arie e Canzoni con intavolature per liuto, rispettivamente del 1597, 1600 e 1603; è molto interessante anche la raccolta del 1604, per consort di cinque viole o violini e liuto, intitolata “Lachrimae or Seven Teares figured in Seven passionate Pavans”, in cui predominano temi di carattere malinconico. La più famosa di queste è la “Pavana Lachrimae”, composta in tre versioni: per liuto solo, per voce e liuto (con il titolo “Flow My Tears”) e per mixed consort, e nel tempo oggetto di numerose trascrizioni da parte di altri autori. La raccolta “A Pilgrim’s Solace” pubblicata nel 1612 è la sua ultima opera.

Lachrimae
Christopher Morrongiello, liuto

Flow my tears
Valeria Mignaco, soprano – Alfonso Marin, liuto

Come Again: Sweet Love Doth Now Invite
William Ferguson, tenore – David Leisner, chitarra

Annunci

One thought on “John Dowland

  1. Personalmente preferisco Lachrimae e Flow my tears!
    Io ringrazio chi riesce a scegliere queste musiche e a scrivere un’introduzione così valida!
    Un sorriso
    gb
    Mi godo nota per nota.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...