Johann Michael Haydn

Johann Michael Haydn (1737 – 1806)

Esponente del classicismo austriaco, Johann Michael Haydn è il fratello minore di Franz Joseph Haydn. Buon compositore di musica profana, eccelle nelle composizioni sacre che compone in notevole quantità; tra di esse spicca la “Missa pro Defunctis” scritta nel 1771 in seguito alla morte del principe arcivescovo Sigismund III von Schrattenbach.
Michael Haydn, come il fratello, inizia la sua attività musicale a Vienna come corista nella cattedrale di Santo Stefano; studia anche violino, organo e composizione. Nel 1757 ottiene l’incarico di maestro di cappella a Gran Varadino, Ungheria; nel 1762 passa definitivamente al servizio dell’arcivescovo Colloredo, a Salisburgo, prima come Hofmusicus e Concertmeister supplente di Leopold Mozart e di Antonio Salieri, poi, dal 1781, come titolare, sostituendo W.A. Mozart.
La sua attività musicale si concretizza in oltre 360 composizioni sacre e molta musica strumentale. I suoi lavori più importanti sono le composizioni di musica sacra corale, tra cui, oltre il già citato Requiem pro defuncto Archiepiscopo Sigismundo che grande influenza ha avuto sul Requiem di Mozart, ricordiamo la Missa Hispanica, una Messa in Re minore, una Lauda Sion, ed una serie di Graduali di cui quarantadue ristampati nell’Ecclesiasticon di Anton Diabelli. In ambito profano troviamo quaranta sinfonie, alcuni concerti e musica da camera.
Michael Haydn non ha mai compilato un catalogo tematico delle sue opere; dopo una prima organizzazione del 1808 per mano di Nikolaus Lang, nel 1907 Lothar Perger compila un catalogo delle sue opere orchestrali al quale, nel 1915, Anton Maria Klafsky affianca un lavoro simile per quanto riguarda la musica vocale sacra. La scoperta di un manoscritto autografo ha permesso di attribuire a Michael Haydn (oggi catalogata come Sinfonia n. 26) la sinfonia già inserita nel catalogo mozartiano come Sinfonia n. 37 K. 444.

Duo Concertante per organo, viola e orchestra
(Allegro moderato – Adagio sostenuto – Prestissimo)

Missa pro defuncto Archiepiscopo Sigismundo (Requiem in do min.)
Soprano: Ibolya Verebics
Contralto: Judit Németh
Tenore: Martin Klietmann
Baritono: József Moldvay
Coro: Hungarian Radio and Television Chorus
Orchestra: Liszt Ferenc Chamber Orchestra, Budapest
Direzione: Helmuth Rilling

Introitus et Kyrie 00:00
Sequentia (Dies irae) 06:14
Offertorium (Domine Jesu) 13:32
Hostias 17:13
Sanctus 19:42
Benedictus 20:53
Agnus Dei et Communio 23:16

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...