Beethoven: Sonata per pianoforte n. 21 op. 53 “Waldstein”

Beethoven: Sonata per pianoforte n. 21 op. 53 “Waldstein”

Composta tra il 1803 e il 1804, dedicata da Beethoven al conte Ferdinand Ernst von Waldstein, suo patrono e mecenate, la sonata per pianoforte opera 53 è considerata tra le pagine più importanti scritte per il pianoforte dal Maestro di Bonn, ed è tra quelle più tecnicamente impegnative.

Il brano, che in Germania e nei paesi anglosassoni è conosciuto come “Waldstein-Sonate”, in Italia e in Francia porta anche l’appellativo di “Aurora”, attribuito da alcuni critici e da appassionati di musica, in virtù dei significati estetici di luce e serenità espressi nell’ultimo movimento.
La sonata è suddivisa in tre movimenti, Allegro con brio, Introduzione-Adagio molto, Rondò-Allegretto moderato, di cui il primo e il terzo hanno una durata pressoché uguale, mentre il secondo è più breve.
I movimento: Allegro con brio
L’inizio non si dimentica facilmente! Apre un accordo in pianissimo, iterato con insistenza; su questa sonorità si sviluppa in progressione un tema vigoroso, ricco di fremiti vitali. Più avanti si delinea un secondo soggetto dal carattere contemplativo e sereno, quasi fosse un corale; allo sviluppo, basato essenzialmente sul primo tema, segue la ripresa introdotta da una sorta di cupo brontolio. La coda, estesa, ripropone ambedue i temi accentuando i contrasti dinamici.
II movimento: Introduzione-Adagio molto
Sonorità pallide e sfumate rompono l’inebriante atmosfera; un motivo semplice, meditativo, conduce al rondò finale.
III movimento: Rondò-Allegretto moderato
Dal carattere agile e brioso, il Rondò inizia con una dolce melodia suonata pianissimo, che presto passa al fortissimo; audaci e veloci passaggi della mano sinistra mentre la mano destra è impegnata in un continuo trillo. Un secondo tema viene introdotto da una serie di accordi spezzati; ritorna il tema dolce. Nell’episodio centrale, la musica diventa più inquietante, misteriosa, sfocia poi in una coda in Prestissimo dove appaiono tutti i temi del movimento.

Lucas Jussen

Advertisements

One thought on “Beethoven: Sonata per pianoforte n. 21 op. 53 “Waldstein”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...