Francisco Correa de Arauxo

Francisco Correa de Arauxo (1584 – 1654)

Francisco Correa de Arauxo, sacerdote, musicista di transizione tra Rinascimento e Barocco, è annoverato tra i compositori più importanti di musica d’organo nella Spagna del XVII secolo.

Correa de Arauxo si dimostra grande sperimentatore, soprattutto in campi armonici e ritmici; il suo stile, tutto personale per libertà e fantasia, lo distingue come uno dei promotori del barocco spagnolo. È famoso il suo trattato del 1626, Facultad Organica: Libro de tientos ci Discursos musica practica, y Theorica organo”, un’ampia raccolta di scritti teorici e pedagogici, organizzati in sei gradi di difficoltà crescente e corredati da sessantanove composizioni, la maggior parte “tientos”.
Le notizie biografiche su questo compositore sono alquanto confuse e scarse; non si conosce la data di nascita, ma la data di battesimo, a Siviglia.
Francisco Correa, quindicenne, è organista nella chiesa di El Salvador, la seconda di Siviglia; nel 1608 viene ordinato sacerdote. Dal 1636 svolge la sua attività presso la Cattedrale di Jaén e dal 1640 presso la Cattedrale di Segovia dove rimane fino alla sua morte, trovandovi anche sepoltura.
Tutte le opere superstiti di Francisco Correa appartengono alla raccolta “Facultad organica”; presentano i caratteri tipici della musica spagnola dell’epoca e sono scritte per strumenti a temperamento mesotonico, con abbellimenti e figurazioni virtuosistiche tipiche del tempo.
A differenza delle opere del contemporaneo Manuel Rodrigues Coelho, portoghese, le sue composizioni sono notevolmente più brevi, mostrano una maggiore propensione monotematica, sono ricche di variazioni, ornamenti e dissonanze audaci a discapito dello sviluppo contrappuntistico.

Tiento de tiple de séptimo tono
Luis Antonio González, organo storico Bartolomé Sánchez (1741)
Chiesa di Santo Domingo, Daroca (Aragona, Spagna)

Tiento II del IV tono
Guy Bovet, organo Jorge de Sesma (1695)
Cattedrale Metropolitana di Città del Messico

Tiento con variazioni “Todo el Mundo en General”
Canto religioso molto popolare a quei tempi; melodia di Bernardo del Toro (1570-1643) su testo del poeta andaluso Miguel Cid (1614).
Ton Koopman, organo

Annunci

Un pensiero riguardo “Francisco Correa de Arauxo

  1. La “Facultad Organica” è un trattato eminentemente didattico che raccoglie regole teoriche ed è arricchito da 69 brani suddivisi in cinque gradi di difficoltà crescente e da un sesto a destinazione liturgica. Le composizioni sono nella forma tipicamente iberica del Tiento. Le tastiere degli organi del tempo erano limitate e suddivise in due parti: quella bassa e quella acuta, a ciascuna delle quali corrispondevano registri diversi fortemente caratterizzati timbricamente. I registri fondamentali invece percorrevano l’intera estensione della tastiera. Di conseguenza i Tientos erano di due tipi: “tientos llenos” polifonici destinati all’intera estensione (es.Video 2) e “tientos de medio registro” che evidenziavano di volta in volta i registri nel basso e nell’acuto (es.Video 1 e 3). Da rilevare infine che l’esecuzione della letteratura organistica iberica è molto agevole ed efficace sugli organi iberici, ma molto problematica e inefficace su organi di altre nazionalità che non rispondono alle caratteristiche sopra elencate.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.