Ravel: Daphnis et Chloé, suite per orchestra n. 2

Maurice Ravel: Daphnis et Chloé, suite per orchestra n. 2

Tratto da Le avventure pastorali di Dafni e Cloe dello scrittore greco Longo Sofista, Dafni e Cloe è un balletto prodotto per la compagnia dei Balletti Russi di Sergej Djagilev, con le coreografie di Michel Fokine e le musiche, per grande orchestra e coro, di Maurice Ravel; la prima esecuzione è dell’8 giugno 1912 al Théâtre du Châtelet di Parigi con l’orchestra diretta da Pierre Monteux.

Quest’opera, la cui musica, monumentale e ricca di suggestioni melodiche, è stata definita dallo stesso autore una “sinfonia coreografica”, per motivi diversi, tra cui anche le profonde incomprensioni tra Ravel, Fokine e Diagilev, non ha mai riscosso un successo paragonabile a quello degli altri grandi balletti romantici; oggi raramente figura nella programmazione dei vari teatri. La musica, tuttavia, lussureggiante e colorata, gode di un immediato, forte apprezzamento, tanto che Ravel è indotto a trarre dalla partitura due suites per concerto; la seconda di queste, la più popolare e la più eseguita, è organizzata in tre parti basate sulla scena finale del balletto, quella in cui gli amanti si ricongiungono: “Lever du jour”, “Pantomima”, “Danse générale, Baccanale”.
È l’alba in un boschetto sacro al dio Pan: una sequenza ascendente con modulazioni dei fiati, arpa, celesta e, infine, gli archi, evoca il sorgere del sole e il mormorio del ruscello. Sui richiami degli uccelli, ottavino e tre violini solisti, Dafni si risveglia e cerca Cloe; le sfumature dell’alba cedono il posto ai colori del giorno: rigogliosa melodia dell’orchestra. Giungono i pastori e con loro, Cloe; i due amanti, finalmente insieme, si abbracciano e danzano una pantomima di ringraziamento al dio Pan. Mimano la storia dell’amore di Pan per la ninfa Syrinx: Dafni con un flauto suona una languida serenata, Cloe balla prima lentamente, poi con crescente animazione finché, terminata la loro recita graziosa, i due cadono l’una nelle braccia dell’altro. L’orchestra ripete il tema di Dafni mentre il ritmo dell’appassionata melodia diventa sempre più incalzante e travolgente.

hr-Sinfonieorchester, Daniel Smith

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...