Mendelssohn: Sonata n. 2 per violoncello e pianoforte, op. 58

Felix Mendelssohn-Bartholdy: Sonata n. 2 in re magg. per violoncello e pianoforte, op. 58

Le due sonate per violoncello e pianoforte di Felix Mendelssohn-Bartholdy, l’opera 45 in si bemolle maggiore e l’opera 58 in re maggiore, costituiscono un sostanzioso contributo al repertorio di tale coppia di strumenti, alquanto esiguo alla metà del XIX secolo.

Composta nel 1843, la sonata in re maggiore viene pubblicata a Lipsia in quello stesso anno e, quasi contemporaneamente, a Parigi ne appare un’edizione recante il titolo di Duo, intendendo così, Mendelssohn, sottolineare il trattamento paritetico riservato sia allo strumento ad arco, sia al pianoforte. È da notare che la parte del violoncello, secondo prassi abituale del tempo, fu anche pubblicata in un adattamento per violino.
Dedicata al conte Matvej Viel’gorskij, violoncellista e mecenate russo, la composizione si articola in quattro movimenti, caso unico nell’ambito della produzione sonatistica di Mendelssohn. Il brano è ricco di passione, di fremiti, che si contrappongono ad un momento d’intima riservatezza particolarmente interessante, l’Adagio. Il terzo movimento, con lo scorrerre degli arpeggi del pianoforte sostenuti dal commovente soliloquio del violoncello, sembra ispirarsi al corale bachiano; il riferimento potrebbe essere Es ist vollbracht dalla Passione secondo Giovanni. Nella sonata, poi, troviamo idee musicali nate in altre composizioni, riadattate da Mendelssohn con grande fascino e maestria. Il tema principale del primo movimento, Allegro assai vivace, è sorprendentemente vicino a quello della Sinfonia n. 4 Italiana. Nel secondo movimento, Allegretto scherzando, aleggia l’aura magica e misteriosa del mondo degli gnomi; sono molte le somiglianze con il Sogno di una notte di mezza estate, e questo non a caso visto che in quel periodo Mendelssohn stava lavorando su ambedue le composizioni. Il movimento finale, Molto Allegro e vivace, ha toni intensi ed esuberanti; i due strumenti riprendono i temi precedenti “guerreggiando” allegramente con arpeggi e veloci scalette fino alla travolgente conclusione.

Natalia Gutman, violoncello
Viacheslav Poprugin, pianoforte

1. Allegro assai vivace 0:02
2. Allegretto scherzando 8:48
3. Adagio 13:42
4. Molto allegro e vivace 18:15

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...