Domingo Terradellas

Domingo Terradellas (1711 – 1751)

Domingo Miguel Bernabé Terradellas, compositore spagnolo vissuto in Italia dall’età di 19 anni, è fra i tipici rappresentati della cosiddetta Scuola Napoletana; le sue opere si caratterizzano per la morbidezza delle dinamiche e l’attento dosaggio delle timbriche.
Domingo Terradellas nasce a Barcellona dove studia con Francisco Valls; giunto a Napoli, viene ammesso al Conservatorio dei Poveri di Gesù Cristo e vi rimane per sei anni formandosi sotto la guida di Francesco Durante. Il suo esordio come compositore avviene nel 1736 con l’oratorio “Giuseppe riconosciuto”, versi di Pietro Metastasio. Nel 1739 a Roma va in scena l’opera eroica “Astarto” e nel 1740, a Napoli, “Gl’intrichi delle cantarine”, la sua unica opera buffa. Il primo grande successo arriva con l’opera “Merope”; seguono poi “Artaserse” e “Bellerofonte”. Terradellas è inoltre impegnato come maestro di cappella presso la chiesa di San Giacomo degli Spagnoli per la quale scrive molta musica sacra.
Dal 1746 è in viaggio attraverso l’Europa. Soggiorna a Londra, dove conosce Händel; al King’s Theatre presenta due opere e un pasticcio. Tornato in Italia, nel 1750 mette in scena a Torino l’opera “Didone abbandonata” e a Venezia “Imeneo in Atene”. Il suo ultimo lavoro è “Sesostri re d’Egitto”, rappresentato a Roma durante il carnevale del 1751; da lì a breve, Domingo Terradellas muore misteriosamente.
Terradellas resta noto soprattutto per le sue opere serie, le quali presentano la tipica struttura dell’opera seria italiana di quel periodo: recitativi secchi alternati ad arie col da capo. Talvolta, peraltro, utilizza anche i recitativi accompagnati, al fine di rendere più drammatici determinati certi momenti dell’opera, incrementando ulteriormente questo effetto mediante l’impiego di strumenti a fiato. Tra i suoi lasciti figura anche un metodo di canto.

Serbami al grande impero (da Sesostri, re d’Egitto)
Sunhae Im, soprano
Real Compañía Ópera de Cámara de Barcelona, dir. Juan Bautista Otero

Fra l’ombra del timore (da Sesostri, re d’Egitto)
Ditte Andersen, soprano
Real Compañía Ópera de Cámara de Barcelona, dir. Juan Bautista Otero

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...