Bach: Cantata “Gottes Zeit ist die allerbeste Zeit” BWV 106

Bach: Cantata “Gottes Zeit ist die allerbeste Zeit” (Actus Tragicus) BWV 106

Composta all’età di 22 anni e conosciuta con il nome “Actus Tragicus”, la cantata “Gottes Zeit ist die allerbeste Zeit” (Il regno di Dio è il migliore di tutti) è uno dei capolavori di Johann Sebastian Bach, uno dei suoi brani più toccanti. Secondo una tradizione non confermata il brano è destinato al servizio funebre di Tobias Lämmerhirt, zio di Bach per parte di madre, morto a Erfurt il 10 agosto 1707; peraltro, Hermann Schmallfuss sostiene che l’esecuzione avvenne il 3 giugno 1708 al funerale di Dorothea Susanne Tilesius, sorella di Georg Christian Eilmar, parroco della Chiesa di Santa Maria in Mühlhausen, grande amico di Bach.
Di questa cantata, non esistendo fonti originali, si suppone che le copie a noi pervenute provengano da queste; la copia più importante, quella di Lipsia del 1768, porta anche il nome di “Actus Tragicus”.
Composizione di straordinaria espressività, si avvale di un’insolita combinazione strumentale: due flauti dolci, due viole da gamba, basso continuo, di un piccolo coro e di quattro voci soliste. È sconosciuto l’autore del testo, tuttavia chiunque sia stato, anche lo stesso Bach come suggerito da Wilhelm Rust nel 1876, ha avuto poco da scrivere perché, tranne tre linee della prima sezione del coro, il resto è preso direttamente dalla Bibbia, dal Vangelo, da un inno di Martin Lutero e da un corale di Adam Reusner. Passi biblici e corali sono strutturalmente alternati e disposti simmetricamente in funzione del nucleo centrale costituito da “Es ist der alte Bund” (Coro e Arioso della sezione 2), di grande rilevanza teologica; qui s’incrociano le due parti della cantata: la prima è una meditazione sulla morte che incombe sull’uomo peccatore, la seconda evidenzia il messaggio gioioso della vittoria sulla morte grazie alla redenzione di Cristo. Attorno a questo momento centrale Bach dispone specularmente due brani per voce solista, a loro volta racchiusi in due sezioni corali.

1. Sonatina
Preludio strumentale in cui i due flauti, prevalentemente all’unisono, sviluppano la loro triste melodia sulla mesta tessitura delle viole da gamba e del basso continuo; la musica prepara all’intensa meditazione sulla morte di cui alle sezioni seguenti.

2. Coro, Arioso, Aria, Coro + Arioso
Sezione alquanto complessa articolata in quattro episodi. Il testo pone l’accento sui due aspetti contrastanti della morte: secondo la Legge, come condanna conseguente al peccato; secondo il Vangelo, come passaggio alla vita eterna offerta dalla redenzione di Cristo.
2.a Coro
Gottes Zeit ist die allerbeste Zeit.
In ihm leben, weben und sind wir, solange er will
In ihm sterben wir zur rechten Zeit, wenn er will.

Il coro apre con l’attacco omofonico sulle parole “Gottes Zeit” e procede tranquillo per sei battute; segue un episodio centrale in fugato che esprime gli affanni della vita, poi, sul terzo versetto il coro è nuovamente omofonico e in tempo lento.
2.b Arioso (tenore)
Ach, Herr, lehre uns bedenken, dass wir sterben müssen, auf dass wir klug werden.
In forma di ciaccona, guidato dalla malinconica melodia dei flauti, il tenore esprime l’accorata preghiera tratta dal Salmo 90.
2.c Aria (basso)
Bestelle dein Haus; denn du wirst sterben und nicht lebendig bleiben.
Il ritmo incalzante è in vivace contrasto col brano precedente; il testo esorta a rendere conto della propria vita nell’imminenza della morte.
2.d Coro + Arioso (soprano)
Es ist der alte Bund: Mensch, du musst sterben!
Ja, komm, Herr Jesu, komm!

Questa sezione, come accennato prima, è il nucleo di tutta la composizione. Nella forma antica del mottetto polifonico si snoda una complessa costruzione avviata dall’entrata progressiva in forma di fuga delle tre voci più gravi; segue la risposta del soprano solista accompagnata dal solo basso continuo, e poi l’entrata degli altri strumenti che intonano la melodia dell’Inno “Ich hab mein Gott Sach heimgestellt” di Johann Leon. La sequenza fuga, soprano, corale è ripetuta per altre tre volte, ma con entrate sempre più strette delle voci che vanno quasi a sovrapporsi nel rappresentare la lotta in extremis fra il timore della morte e la speranza in Gesù.

3. Aria, Arioso + Corale
I due brani di questa terza sezione si pongono in simmetria con quelli della prima parte della cantata.
3.a Aria (contralto)
In deine Hände befehl ich meinen Geist; du hast mich erlöset, Herr, du getreuer Gott.
Testo tratto dal Salmo 31; il credente si abbandona fiducioso a Dio esprimendosi con le ultime parole di Gesù sulla croce: “Nelle tue mani affido il mio spirito”. Accompagnamento col solo basso continuo.
3.b Arioso (basso) + Corale (basso, contralto)
Heute wirst du mit mir im Paradies sein. Mit Fried und Freud ich fahr dahin In Gottes Willen, Getrost ist mir mein Herz und Sinn, Sanft und stille. Wie Gott mir verheißen hat: Der Tod ist mein Schlaf geworden.
La melodia dell’Arioso si snoda sulle figurazioni del basso ostinato; particolare enfasi su “Heute” e “Paradies”, questa ripetuta molte volte con melismi. Segue un grazioso duetto nel quale il contralto intona uno dei Lieder più popolari di Martin Lutero.

4. Coro
Glorie, Lob, Ehr und Herrlichkeit Sei dir, Gott Vater und Sohn bereit, Dem heilgen Geist mit Namen! Die göttlich Kraft Mach uns sieghaft Durch Jesum Christum, Amen.
Questa sezione finale, una lode alla SS. Trinità, risponde simmetricamente alla Sonatina d’apertura. Il testo è la settima strofa dell’inno “In dich hab ich gehoffet, Herr” di Adam Reusner; alla fine di ogni versetto i flauti riprendono la melodia creando un effetto d’eco. Sull’ultimo verso si avvia una fuga energica che chiude anche la Cantata.

Mieke van der Sluis, soprano – René Jacobs, alto – Marius van Altena, tenore – Max van Egmond, baritono – Collegium Vocale Gent – Musica Antiqua Amsterdam – Gustav Leonhardt

1 Sonatina

2a Coro
Gottes Zeit ist die allerbeste Zeit.
In ihm leben, weben und sind wir, solange er will.
In ihm sterben wir zur rechten Zeit, wenn er will.

2b Arioso (tenore)
Ach, Herr, lehre uns bedenken, dass wir
sterben müssen, auf dass wir klug werden.

2c Aria (basso)
Bestelle dein Haus; denn du wirst sterben
und nicht lebendig bleiben!

2d Coro e arioso (soprano)
Es ist der alte Bund:
Mensch, du musst sterben!
(Ich hab’ mein Sach’ Gott heimgestellt
Er mach’s mit mir wie’s ihm gefällt
Soll ich all hier noch länger leben
Ohne Widerstreben
Seinem Willen tu’ ich mich ganz ergeben).
Ja, komm, Herr Jesu!

3a Aria (contralto)
In deine Hände befehl’ ich meinen Geist;
du hast mich erlöset, Herr, du getreuer Gott.

3b Arioso e corale (basso e contralto)
Heute wirst du mit mir im Paradies sein.
(Mit Fried’ und Freud’ ich fahr’ dahin
In Gottes Willen,
Getrost ist mir mein Herz und Sinn,
Sanft und stille.
Wie Gott mir verheißen hat:
Der Tod ist mein Schlaf worden).

4 Coro
Glorie, Lob, Ehr’ und Herrlichkeit
Sei dir, Gott Vater und Sohn bereit’,
Dem Heil’gen Geist mit Namen!
Die göttlich’ Kraft
Macht uns sieghaft
Durch Jesum Christum, Amen.

1 Sonatina

2a Coro
Il tempo di Dio è il tempo migliore.
In lui viviamo, ci muoviamo e siamo, fin quando egli vuole.
In lui moriamo al momento opportuno, quando egli vuole.

2b Arioso (tenore)
Oh, Signore, insegnaci a ricordare che noi
dobbiamo morire, affinché diventiamo saggi.

2c Aria (basso)
Riordina la tua casa; perché morirai,
e non rimarrai vivo!

2d Coro e arioso (soprano)
È l’antico patto:
uomo, devi morire!
(Ho riconsegnato a Dio tutto ciò che è mio,
egli fa di me come più preferisce.
Se devo ancora vivere qui
senza oppormi
mi arrendo al suo volere).
Sì, vieni Signore Gesù!

3a Aria (contralto)
Nelle tue mani rimetto il mio spirito;
tu mi hai redento, Signore, Dio fedele.

3b Arioso e corale (basso e contralto)
Oggi sarai con me in Paradiso.
(In pace e gioia me ne vado
nel volere di Dio,
sereni sono il mio cuore e il mio spirito,
placidi e quieti.
Come Dio mi ha promesso:
la morte è diventata il mio sonno).

4 Coro
Gloria, lode, onore e magnificenza
siano a te, Dio padre e figlio, offerti
e allo spirito santo per nome!
La forza divina
ci rende vittoriosi
attraverso Gesù Cristo, amen.

Annunci

Un pensiero riguardo “Bach: Cantata “Gottes Zeit ist die allerbeste Zeit” BWV 106

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...