Vivaldi: Kyrie per doppio coro, archi e b.c. RV 587

Vivaldi: Kyrie in sol min. per doppio coro, archi e continuo RV 587

Composizione intensa, databile intorno al 1720, il Kyrie in sol minore RV 587 è scritto per due cori, due gruppi di strumenti ad arco e basso continuo; molto probabilmente era abbinato al Gloria in si bemolle maggiore, oggi perduto, del quale sopravvive il mottetto introduttivo.
Il brano si articola in tre movimenti: Kyrie eleison (Adagio), Christe eleison (Allegro), Kyrie eleison (Adagio-Allegro).
La prima parte del Kyrie, alquanto severa, si apre con accordi solenni; la risposta corale è segnata da aspre dissonanze. L’alternarsi di questi due elementi caratterizza tutto il primo movimento.
Il Christe eleison è un delicato duetto per due cori, ciascuno composto da soprani e contralti con gli archi; la fluida tessitura viene riecheggiata dal basso continuo.
Nel Kyrie eleison finale i cori e le orchestre sono uniti in una breve introduzione seguita poi da una severa doppia fuga, molto espressiva. Vivaldi, qui, è molto attento alle sonorità musicali dell’insieme. È probabile che la fuga sia stata rielaborata per il Concerto Madrigalesco in re minore per archi e basso continuo RV 129.

Caecilia Consort
Ensemble Vocale Aenigma
Schola Cantorum San Gioachimo
Soprani: Mika Satake, Carlotta Colombo
Contralto: Marzia Castellini
Direttore: Antonio Eros Negri

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...