Antonio Vivaldi: Beatus Vir

Antonio Vivaldi: Beatus Vir (Salmo 111)

Tra le composizioni sacre di Antonio Vivaldi figurano tre impostazioni del Salmo 111 “Beatus Vir”, di cui una, la RV 599 in si bemolle maggiore, è andata perduta.

Beatus Vir in si bem. magg. RV 598
L’unica fonte del “Beatus Vir” in si bemolle maggiore RV 598 è costituita dal manoscritto originale conservato nella Biblioteca Universitaria di Torino; la composizione si colloca tra il 1711 e il 1719, il primo periodo di attività di Vivaldi presso l’Ospedale della Pietà di Venezia. Il brano, di breve durata, è composto da un solo movimento in forma di Allegro di concerto strumentale; i nove versi del Salmo sono divisi in sezioni, eseguite in alternanza tra voci soliste e coro. L’organico esecutivo prevede soprano, contralto, coro, archi e basso continuo.

Mária Zempléni, soprano
Klára Takács, contralto
Budapest Madrigal Choir
Liszt Ferenc Chamber Orchestra Budapest
Ferenc Szakeres

Beatus Vir in do magg. RV 597
Il “Beatus Vir” in do maggiore RV 597 è la versione più nota e più spesso eseguita; l’ampia partitura è scritta per due cori, due orchestre ed organo. La prima impostazione di questo brano risale con molta probabilità al 1719, ma la composizione originaria è andata perduta; a noi sono pervenute due rielaborazioni, di cui una databile intorno al 1725 e l’altra risulta venduta da Vivaldi all’Ospedale della Pietà nel 1739.
Il movimento d’apertura, fastoso e caratterizzato da ritmi puntati in stile francese, sembra voler dimostrare che le forze musicali della Serenissima sono altrettanto pompose quanto quelle della Corte di Versailles. Da questo movimento iniziale Vivaldi trae un ritornello che si ripete tra una sezione e l’altra per tutta la durata del brano. Il secondo movimento, è strutturato in due parti contrappuntistiche affidate ai bassi dei cori e delle orchestre. “Gloria et divitiae” è scritto per due soprani ottenendo uno spettacolare effetto di eco. Il movimento “Exortum est in tenebris” si caratterizza per il contrappunto in fugato eseguito dai due cori. Dopo “Jucundus homo”, dove l’organo accompagna il soprano solista, ecco il movimento più espressivo del Beatus Vir, il terzetto “In memoria aeterna”, in tempo Andante molto, affidato al coro I a 3 voci: contralti, tenori e bassi. Dopo le successive sezioni, “Paratum cor ejus” e “Peccator videbit”, eseguite rispettivamente dai due cori e dal solo tenore, il salmo si conclude con il Gloria Patri sviluppato in una robusta fuga gioiosa.

Ensemble Vocal de Lausanne
Orchestre de Chambre de Lausanne
Michel Corboz

Beatus vir qui timet Dominum
in mandatis ejus volet nimis.
Potens in terra erit semen ejus,
generatio rectorum benedicetur.
Beatus vir qui timet Dominum
in mandatis ejus volet nimis.
Gloria et divitiae in domo ejus,
et justitia ejus manet in saeculum saeculi.
Beatus vir qui timet Dominum
in mandatis ejus volet nimis.
Exortum est in tenebris lumen rectis:
misericors et miserator et justus.
Jucundus homo qui miseretur et commodat;
disponet sermones suos in judicio:
quia in aeternum non commovebitur.
Beatus vir qui timet Dominum
in mandatis ejus volet nimis.
In memoria aeterna erit justus;
ab auditione mala non timebit.
Beatus vir qui timet Dominum
in mandatis ejus volet nimis.
Paratum cor ejus, sperare in Domino,
confirmatum est cor ejus; non commovebitur
donec despiciat inimicos suos.
Dispersit, dedit pauperibus:
justitia ejus manet in saeculum saeculi,
cornu ejus exaltabitur in gloria.
Peccator videbit et irascetur,
dentibus suis fremet et tabescet:
desiderium peccatorum peribit.
Beatus vir qui timet Dominum
in mandatis ejus volet nimis.
Gloria Patri, et Filio,
et Spiritui Sancto.
Sicut erat in principio, et nunc, et semper.
Et in saecula saeculorum. Amen.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...