Codice di Las Huelgas

Codice di Las Huelgas

Il Codice di Las Huelgas, dall’omonima abbazia situata nei pressi di Burgos dove tuttora è conservato, è una delle principali testimonianze sulla pratica del canto polifonico in Spagna; è anche la prima fonte che utilizza la notazione franconiana(*), costituisce quindi un valido ausilio nell’interpretazione analogica dei repertori con notazioni musicali poco chiare o dubbie.
La sua scoperta risale al 1904 ad opera di Casiano Rojo e Luciano Serrano, due monaci benedettini del monastero di Santo Domingo de Silos impegnati in ricerche sul canto gregoriano; se ne ha notizia pubblica nel 1931 quando il musicologo catalano Higinio Anglès dà alle stampe la sua opera “El Còdex Musical de Las Huelgas: Música a veus dels segles XIII-XIV”.
Il manoscritto, molto probabilmente compilato nel primo quarto del XIV secolo, raccoglie 186 brani, 45 in monodia e 141 polifonici, in lingua latina, minuziosamente suddivisi per genere, per destinazione liturgica e per numero di voci. Le forme musicali sono per la maggior parte quelle dell’Ars Antiqua: mottetto, conductus, Organum e sequenza. La maggior parte dei brani è della fine del XIII secolo; alcuni sono composti col metodo del “contrafactum”, cioè apponendo il testo sacro latino a note melodie profane.
La scrittura è quasi tutta opera di una stessa mano, ma con il contributo di altri 12 diversi copisti; tra questi va ricordato Johannes Roderici perché ricopiando alcuni mottetti in notazione mensurale ha facilitato la trascrizione del Codice nella nostra notazione moderna.
Fondato nel 1187 dal re Alfonso VIII di Castiglia, Las Huelgas è un monastero femminile cistercense consacrato alla Vergine Maria. Il convento, che sin dalla sua origine è ricco e prestigioso, ha per badessa una principessa regale ed è destinato ad ospitare le tombe dei re di Castiglia; nel corso del XIII secolo vi alloggiano più di cento suore, in buona parte di nobile famiglia. Il manoscritto, realizzato per l’utilizzo durante la liturgia, fa sorgere numerosi interrogativi sulla pratica esecutiva dei brani, soprattutto considerando che le rigide disposizioni cistercensi riservavano il canto polifonico ai soli cori maschili; e se parte degli studiosi ritengono che la polifonia fosse pertanto affidata ad una cappella musicale maschile, altrettanti sostengono che a cantare fossero le stesse monache. Ne sarebbe prova il solfeggio a due voci contenuto nel Codice, che oltre ad essere il primo esempio storico di solfeggio, testimonia, attraverso le varie annotazioni, che veniva utilizzato nel convento per l’insegnamento della musica alle novizie.

(*) prende nome da Francone di Colonia; il suo trattato “Ars cantus mensurabilis” (1260) supera la teoria modale e introduce due nuovi valori metrici, la duplex longa e la semibrevis.

“Benedicta et venerabilis”, “Benedicamus dominu”
Ensemble Discantus, dir. Brigitte Lesne

Agnus Dei
Huelgas Ensemble, dir. Paul Van Nevel

Quis dabit, lamento per Alfonso VII di Castiglia
Huelgas Ensemble, dir. Paul Van Nevel

Quis dabit capiti meo aquam,
et oculis meis
fontem lacrimarum,
et plorem die ac nocte
interfectos filiae populi mei

Annunci

One thought on “Codice di Las Huelgas

  1. sublime meraviglia!
    E quel monastero del primo video… sono andata a vederlo su youtube per cercare informazioni.
    Eccole:

    Immagini: Abbazia di Santa María la Real de Las Huelgas.
    Il monastero è il più importante monastero cistercense in Spagna (credo del nord). Fondato nel 1187 dal re castigliano Alfonso VIII (1155-1214) e di sua moglie Dona Leonor de Plantageneto.
    (il testo era in spagnolo… il traduttore di google ha fatto il resto, un po’ interpretato da me).

    Ora guardo e ascolto gli altri video.
    Sempre grata

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...