Händel – Nisi Dominus

Händel – Nisi Dominus HWV 238

Eseguito per la prima volta il 16 luglio 1707, festa della Madonna del Carmelo, nella chiesa di Santa Maria del Monte Santo a Roma, il mottetto “Nisi Dominus” fa parte dei Vespri Carmelitani composti da Händel su commissione del cardinale Carlo Colonna.
Il testo del Salmo 126 (Vulgata) invita a ricordare che l’umanità prospera sotto la benevolenza divina e non per le azioni dell’uomo.
Il brano è articolato in sei movimenti; il primo e l’ultimo sono per solisti, coro, violini, viole e basso continuo, gli altri quattro sono destinati ad una voce solista con accompagnamento, rispettivamente: tenore, contralto, basso e tenore.
Il primo movimento si apre con l’intonazione all’unisono da parte di tutti i cantanti; si passa poi al trattamento polifonico del testo. Questa tipologia si ripete nel terzo e nell’ultimo movimento, e, in ciascuno di questi, Händel fa uso di accordi ripetuti per ricordare il solido e immutabile sostegno che Dio offre all’umanità. I rimanenti versetti del Salmo sono tutti impostati come assoli. Il movimento conclusivo, scritto per doppio coro e doppia orchestra, si avvia con l’armonizzazione a otto voci del “Gloria Patri”, prosegue con il canto all’unisono del “Sicut erat in principio” e termina con un fugato policorale.

Arleen Augér, soprano
Lynne Dawson, soprano
Diana Montague, contralto
Leigh Dixon, tenore
John Mark Ainsley, tenore
Simon Birchall, basso
Coro e Orchestra dell’Abbazia di Westminster
Direzione: Simon Preston

0:00 – I. Nisi Dominus (Soli e coro)
2:32 – II. Vanus est vobis (Tenore)
4:28 – III. Cum dederit (Alto)
5:58 – IV. Sicut sagittae (Basso)

0:00 – V. Beatus vir (Tenore)
2:29 – VI. Gloria Patri (Doppio coro)

1. Soli e coro
Nisi Dominus aedificaverit domum, in vanum
laboraverunt qui aedificant eam.
Nisi Dominus custodierit civitatem,
frustra vigilat qui custodierit eam.
2. Tenore solo
Vanum est vobis ante lucem surgere:
surgite postquam sederitis qui manducatis
panem doloris.
3. Alto solo
Cum dederit dilectis suis somnum:
Ecce hereditas Domini, Filii, merces fructus
ventris.
4. Basso solo
Sicut sagittae in manu potentis: ita filii
excussorum.
5. Tenore solo
Beatus vir, qui implevit desiderium suum ex
ipsis:
non confundetur, cum loquetur inimicis suis
in porta.
6. Doppio coro
Gloria Patri et Filio
et Spiritui Sancto:
sicut erat in principio,
et nunc, et sempre,
et in saecula saeculorum. Amen.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...