Vincenzo Pucitta

Vincenzo Pucitta (1778 – 1861)

Vincenzo Pucitta, operista, accompagnatore e collaboratore per lungo tempo del famoso soprano Angelica Catalani, lascia una trentina di opere, molte oggi completamente dimenticate.
Nato a Civitavecchia, Vincenzo Pucitta studia a Napoli presso il Conservatorio della Pietà dei Turchini; tra i suoi maestri più importanti si ricordano Nicola Sala e Fedele Fenaroli.
Il suo esordio come operista è segnato dall’opera “Le nozze senza sposa”, rappresentata nel 1800 al Teatro Ducale di Parma; l’anno successivo presenta alla Scala di Milano “Il furisco”, con il quale raggiunge una buona notorietà. Diventa famoso, poi, componendo espressamente per Angelica Catalani, adeguando la musica alle sue caratteristiche vocali; del soprano diventa l’accompagnatore seguendola in tutte le sue tournées. Dimorando a Londra, Vincenzo Pucitta ottiene per gli anni dal 1809 al 1814 l’incarico di direttore dell’orchestra del King’s Theatre; raggiunge l’apice della sua carriera con l’opera “Aristodemo”, rappresentata nel 1814 alla presenza dei reali inglesi, dello zar Alessandro I e di Federico Guglielmo III di Prussia.
Lasciata l’Inghilterra, Pucitta presenta a Parigi “L’orgoglio avvilito” (1815) e “La principessa in campagna o Il marchese nell’imbarazzo” (1817); a Trieste “Il maestro di cappella” (1818) e a Roma “La festa del villaggio” (1822). Seguiranno altri lavori senza, tuttavia, suscitare grande interesse e, gradatamente, Vincenzo Pucitta s’incammina verso l’oblio.

La Caccia di Enrico IV: duetto “Un palpito mi sento”
Marilyn Hill Smith, soprano
Della Jones, mezzosoprano
Philharmonia Orchestra, dir. David Parry

La Vestale: Coro “Viva di Roma” e Aria di Licinio “Guidò Marte i nostri passi”
Licinio: Paul Nilon (tenore)
Geoffrey Mitchell Choir
Philharmonia Orchestra, dir. David Parry

Annunci

Un pensiero riguardo “Vincenzo Pucitta

  1. Appena avviato l’ascolto di “Un palpito mi sento” mi è subito tornata alla memoria la musica che accompagnava “Le avventure di Pinocchio” di Luigi Comencini trasmesso da mamma RAI nel 1972, la cui colonna sonora è stata composta da Fiorenzo Carpi (1918-1997).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...