Romanus Weichlein

Romanus Weichlein (1650 – 1706)

Monaco benedettino, compositore e violinista austriaco del periodo barocco, Romanus Weichlein è poco conosciuto, eclissato dai suoi grandi contemporanei Schmelzer, Biber e Muffat; guadagna comunque un posto nella storia della musica per il suo stile del tutto personale.
Andreas Franz Weichlein nasce a Linz da genitori entrambi musicisti che curano la sua formazione musicale assieme agli organisti Anton Seydler e Benjamin Ludwig Ramhaufski. I suoi studi proseguono presso l’abbazia di Lambach dove il 6 gennaio 1671 prende i voti entrando nell’Ordine Benedettino con il nome di Romanus. Nel gennaio del 1673 si laurea dottore in filosofia all’Università di Salisburgo; qui conosce Heinrich Ignaz Franz Biber.
Romanus Weichlein è nominato cappellano e istruttore musicale del convento benedettino di Nonnberg, il monastero di suore più antico fra le nazioni di lingua tedesca. Nel 1691 si trasferisce con lo stesso incarico al monastero di Sabiona, Alto Adige, e durante la sua permanenza introduce l’uso di strumenti musicali in chiesa e rinnova la pratica del canto a cappella. Lascia Sabiona nel 1705 per recarsi come parroco a Kleinfrauenhaid, dove l’anno successivo muore a causa di un’epidemia di peste (tifo in qualche fonte).
L’opera di Romanus Weichlein è alquanto modesta in quantità; parte della sua musica, dedicata a diversi monasteri del Tirolo, è stata persa. Ci rimangono un’imponente collezione di musica liturgica, “Parnassus Ecclesiastico-Musico”, composta per il monastero di Sabiona e pubblicata a Ulm nel 1702, e la raccolta “Encaenia Musices”, pubblicata a Innsbruck nel 1695 e dedicata all’imperatore Leopoldo I. Encaenia Musices comprende dodici sonate per due violini, due viole e basso continuo, con l’aggiunta di due trombe nelle Sonate I, V e XI. Queste sonate presentano qualche analogia con le musiche di altri compositori austriaci, quali Biber e Schmelzer, tuttavia godono di una loro specifica individualità, anche per l’uso di melodie popolari.

Encaenia Musices: Sonate da I a XII
Ars Antiqua Austria, dir. Gunar Letzbor

Missa Rectorum Cordium
Solisti:
Radu Marian (sopranista), Cantus I
Martin Wild (treble), Cantus II
Markus Forster (countertenor), Altus
Coro: St. Florianer Sängerknaben
Ars Antiqua Austria, dir. Gunar Letzbor

Kyrie 00:00
Gloria 03:21
Credo 14:08
Sanctus 26:50
Benedictus 29:12
Agnus Dei 31:31
 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...