Peter Winter

Peter Winter (1754 – 1825)

Peter Winter, violinista e compositore attivo alla corte di Monaco, è una figura importante nello sviluppo dell’opera tedesca tra Mozart e Weber. Lascia anche numerose composizioni strumentali, per la maggior parte scritte  in gioventù, e musica sacra, frutto degli ultimi anni d’attività.
Nato a Mannheim, Peter Winter sin da bambino mostra uno spiccato talento musicale; è molto abile a suonare il violino e, giovanissimo, fa parte della famosa orchestra di corte. In questo periodo sviluppa un profondo interesse per l’opera seria e, in  particolare, verso il melodramma di Georg Benda che assume a modello. Nel 1778 si trasferisce con la Corte a Monaco di Baviera; diventa direttore del teatro e, successivamente, maestro di cappella.
Come operista Peter Winter debutta nel 1782 con “Helena und Paris” che, analogamente al suo secondo lavoro “Bellerophon”, suscita scarsi entusiasmi. Incurante di questi primi insuccessi Peter Winter continua a comporre opere e le presenta in diversi teatri europei, anche a Venezia e Napoli. “Tamerlano” e  “Castore e Polluce”, messe in scena a Parigi, trovano una tiepida accoglienza.
Nel 1796, 1797 e 1798, rispettivamente, grande successo  riscuotono a Vienna “Das unterbrochene Opferfest”, “Die Pyramiden von Babilonia” e “Das Labyrinth oder Der Kampf mit den Elementen”, queste ultime due scritte entrambe da Emanuel Schikaneder, “Das Labyrinth …”  come seguito  del Flauto Magico di Mozart. Ulteriori consensi giungono con le opere: “La grotta di Calipso”, “Il ratto di Proserpina” e “Zaira”, tutte su libretti di Lorenzo Da Ponte, rappresentate a Londra tra il 1803 e il 1805. “Maometto”, basata sul dramma di Voltaire, andata in scena per la prima volta al Teatro alla Scala di Milano nel 1817, è sicuramente la sua opera più famosa. “Der Sänger und der Schneider”, opera allestita a Monaco di Baviera nel 1820, è il suo ultimo lavoro per il teatro.

Sinfonia Concertante in si bem. magg. per violino, clarinetto, corno e fagotto
(Allegro moderato – Grazioso [08:30] – Rondo [13:15]
Werner Grobholz, violino
Dieter Klöcker, clarinetto
Nikolaus Grüger, corno
Karl-Otto Hartmann, fagotto
Academy of St. Martin-in-the-Fields & Consortium Classicum, dir. Iona Brown

“Torni al tuo sen la calma” Aria per soprano, clarinetto obbligato e archi
Isolde Siebert, soprano
Dieter Klöcker, clarinetto
Südwestdeutsches Kammerorchester Pforzheim, dir. Johannes Moesus

Deutsches Te Deum
Coro della Chiesa della Passione, Monaco di Baviera
Kammerorchester Musica Bavarica, dir. Wilhelm Walter

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...