Giuseppe Verdi – Quartetto per archi

Giuseppe Verdi – Quartetto per archi in mi min.

In Italia, dopo la metà del XIX secolo, una sorta di snobismo dilagante induce a considerare la musica strumentale di stampo tedesco più alta rispetto alla “volgare” opera lirica; lo stesso Giuseppe Verdi annota: «È convenuto che noi italiani non dobbiamo ammirare questo genere di composizione se non porta un nome tedesco …».
Trovandosi a Napoli ai primi di marzo del 1873 per le prove dell’Aida, in scena alla fine del mese al Teatro San Carlo, Giuseppe Verdi, sessantenne e all’apice della fama, approfitta dei momenti liberi per comporre questo Quartetto per archi; il primo aprile lo fa eseguire nel suo appartamento all’Albergo delle Crocelle per un ristrettissimo e selezionato uditorio.
In polemica con quella moda imperante, Verdi vuole dimostrare che un compositore d’opera non è affatto un musicista di serie B, e che anche lui è in grado di scrivere un quartetto rispettando le regole accademiche. Verdi, peraltro, è restio alla diffusione di questo lavoro; soltanto il 9 dicembre 1875 viene eseguito in pubblico, presso il Conservatorio di Milano, poi, nel 1876, acconsente alla sua pubblicazione nei cataloghi Ricordi e Léon Escudier. Subito la partitura circola nei principali centri musicali d’Europa decretando un gran successo per questo quartetto che, senza dubbio, è un vero capolavoro.
Il Quartetto, articolato nei quattro classici movimenti, è rigoroso nella forma e nella struttura; per colori e melodie si allontana dallo stile viennese e si adegua al gusto operistico del suo autore.

Allegro
Andantino
Prestissimo
Scherzo Fuga. Allegro assai mosso

Shanghai Quartet:
Weigang Li, violino
Yi-Wen Jiang, violino
Honggang Li, viola
Nicholas Tzavaras, violoncello

Annunci

2 pensieri riguardo “Giuseppe Verdi – Quartetto per archi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...