Poulenc: Aubade, concerto coreografico per pianoforte e 18 strumenti

Francis Poulenc: Aubade, concerto coreografico per pianoforte e 18 strumenti

Aubade (Mattinata), oggi quasi sempre eseguito come concerto per pianoforte, nasce come musica per un balletto che ha per tema il mito di Diana. Il brano originale è destinato ad una ballerina, sono previste alcune figure femminili che completano l’azione scenica senza danzare.
Diana, dea della caccia e della castità, si sveglia all’alba in una radura. Inizia a danzare tormentata dal desiderio d’amore e i suoi compagni cercano di confortarla;  improvvisamente lascia tutto e corre nel bosco per continuare la caccia da sola.
Nel 1929 i visconti Marie-Laure e Charles de Noailles, noti mecenati e amici di Poulenc, gli chiedono di scrivere un pezzo per orchestra da camera che dovrà essere eseguito il 18 giugno durante una festa mascherata. Poulenc compone però un concerto coreografico sul tema del mito di Diana avendo come idea centrale l’esibizione contemporanea di una ballerina e di un pianista, l’una protagonista sul palco, l’altro nella buca dell’orchestra. Il balletto, che si avvale di una serie di tableaux ispirati alla Scuola pittorica di Fontainebleau, viene eseguito in anteprima  presso la residenza dei visconti poi, in versione completa e con le coreografie di George Balanchine, viene presentato al pubblico parigino  il 21 Gennaio 1930. Al pianoforte siede lo stesso Poulenc, fortemente irritato nei confronti di Balanchine che, contrariamente alla trama prevista,  porta in scena un aitante Atteone che si esibisce in pas de deux con Diana.

Aubade si articola in otto movimenti: Toccata, Récitatif, Rondeau, Presto, Récitatif, Andante, Allegro feroce, Conclusione. La musica incorpora fanfare di ottoni e graziosi rondò del XVIII secolo; alterna momenti lirici ad altri percussivi e concitati. Il materiale tematico è trattato con attenzione e raffinatezza, peraltro, sotto l’apparente aura gioiosa, si cela una profonda tristezza.

Orchestre National d’Île de France, dir. Christophe Mangou
Claire-Marie Le Guay, pianoforte

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...