Henry Charles Litolff

Henry Charles Litolff (1818 – 1891)

Henry Charles Litolff, virtuoso pianista e compositore, è ricordato come il fondatore dell’omonima casa editrice, con sede a Braunschweig, conosciuta per il contributo offerto alla diffusione delle sonate di Mozart, Haydn e Beethoven mediante le sue edizioni economiche .
Henry Charles Litolff nasce a Londra da madre scozzese e da padre alsaziano, violinista, che provvede alla sua prima formazione musicale. All’età di 12 anni, a causa delle precarie condizioni economiche della famiglia, Henry Litolff lavora come operaio nella fabbrica di pianoforti di Frederick William Collard; a 14 anni inizia ad esibirsi in pubblico come pianista. La sua abilità alla tastiera sorprende Ignaz Moscheles che per cinque anni lo sostiene con lezioni gratuite. Nel 1835 Henry Litolff sposa la sedicenne Elisabeth Etherington; la coppia si trasferisce a Melun e poi a Parigi.
Sono questi gli anni di una brillante carriera di concertista che impegna Litolff  in varie città d’Europa. Anche la sua vita privata è soggetta a numerosi cambiamenti, tra cui ben quattro matrimoni. Dopo aver divorziato dalla prima moglie, nel 1851 sposa la vedova di Gottfried Meyer, editore musicale di cui prosegue l’attività sotto il proprio nome.
Litolff risiede a Bruxelles, Berlino e Varsavia, poi si stabilisce definitivamente a Parigi. Trascorre gli ultimi anni di vita segnato dalla cattiva salute che, impietosamente, porta a conclusione una carriera musicale brillantemente iniziata.

Compositore versatile, Henry Charles Litolff si cimenta in quasi tutti i generi musicali. Le sue opere più importanti sono i cinque “Concerts Symphoniques”, essenzialmente sinfonie con pianoforte obbligato, di cui il primo, in re minore, è andato perduto; alcune Ouverture per orchestra, tratte da canzoni rivoluzionarie francesi, erano molto apprezzate quando Litolff era in vita.

Concert Symphonique n. 4 in re min.
Gerald robbins, pianoforte
Orchestra dell’Opera di Monte Carlo, dir. Edouard Van Remoortel
I. Allegro con fuoco
II. Scherzo: Presto (12:53)
III. Adagio religioso: Cantabile (19:54)
IV. Finale: Allegro impetuoso (26:28)

Ouverture “Robespierre” Op. 55
Württenberg Philharmonic Orchestra, dir. Ulrich Weder

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...