Johann Sterkel

Johann Sterkel (1750 – 1817)

Johann Sterkel, pianista e compositore tedesco ammirato da Ferdinand Ries, Beethoven, e Carl Maria von Weber, contribuisce con le sue opere altamente liriche, eccellenti esempi della scuola di Mannheim, allo sviluppo del linguaggio per il pianoforte. Muzio Clementi inserisce nell’Opera 19, “Musical characteristics, or a collection of preludes and cadences …”, due preludi e una cadenza ispirati al suo stile.
Una parte della critica giudica i suoi lavori deboli ed effeminati a causa del lirismo e della forte carica sentimentale che li caratterizza.
Johann Franz Xaver Sterkel nasce a Würzburg; è impegnato negli studi di teologia e si dedica alla musica per puro diletto. Ordinato sacerdote nel 1774, risiede qualche tempo a Neumünster con l’incarico di organista della Cattedrale. Viene poi assunto dall’elettore di Magonza, il principe-arcivescovo Friedrich Karl Joseph von Erthal, con le mansioni di direzione della cappella musicale, d’istruzione di orchestrali e cantanti, e come compositore di corte.
Tra il 1779 e il 1782 effettua una serie di concerti in Italia e incontra Padre Martini.
Nel 1802, alla morte del principe Carlo Federico, Johann Sterkel si trasferisce a Regensburg, rimanendovi fino al 1810 anno in cui gli viene affidata la gestione della musica di corte e la riorganizzazione della biblioteca musicale ad Aschaffenbur.
Nel 1815 si ritira in privato nella sua città natale.
La produzione musicale di Johann Sterkel è soprattutto strumentale. Comprende sinfonie, concerti e sonate per pianoforte; figurano anche alcune cantate in tedesco e in italiano e l’opera “Farnace”, composta nel 1782. La catalogazione dei suoi lavori è difficile e ancora incompleta, molte sue opere sono andate distrutte durante i bombardamenti della seconda guerra mondiale.

Sinfonia n. 1 in re magg. Op. 35
Mov.I: Allegro con spirito
Mov.II: Larghetto 08:58
Mov.III: Menuetto Allegro – Trio 19:10
Mov.IV: Allegro vivace 23:06
Orchestra L’Arte del Mondo, dir. Werner Ehrhardt

Ouverture per grande orchestra in fa magg.
Orchestra L’Arte del Mondo, dir. Werner Ehrhardt

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...