Antonio de Literes

Antonio de Literes (1673 – 1747)

Antonio de Literes (anche Lliteres Carrió e Literes Carrión), compositore spagnolo, gambista e suonatore di vihuela alla corte di Madrid, è considerato uno dei principali autori di zarzuelas (*) del periodo barocco.
Antonio de Literes nasce a Artà, isola di Maiorca, dove studia musica con Juan Massanet, musicista e cappellano del re Carlo II, e Juan Martí, organista della chiesa parrocchiale. Si trasferisce a Madrid intorno al 1688; studia alla Scuola del Coro Reale e impara a suonare il violino con Manuel de Soba della Cappella Reale. Tra il 1692 e il 1694 Literes svolge l’attività di insegnante temporaneo presso quell’istituto, poi, il 23 settembre 1693, succede a Sebastián Durón nell’incarico di “Maestro” della Cappella Reale, incarico che mantiene per il resto della sua vita.
Nel 1720 Antonio de Literes è ormai affermato come ottimo compositore di zarzuelas, riconosciuto presso tutti i teatri di Madrid grazie alla nuova politica dei Borboni che consente ai musicisti della Cappella Reale di svolgere la propria attività anche fuori dagli ambienti di corte. Sue composizioni sono spesso richieste dalla locale aristocrazia per particolari occasioni, come ad esempio l’Opera armonica in stile italiano “Los Elementos”, scritta per il compleanno della duchessa Mariana Sinforosa de Guzman.
La produzione musicale di Literes è costituita per la maggior parte da zarzuelas scritte per la corte spagnola;  alla corte di Lisbona fornisce alcune cantate, tre Messe e musica per i Vespri per ricostituire il repertorio distrutto nell’incendio del 1734, e un oratorio, andato perso, basato sulla vita di San Vincenzo de’ Paoli .
La sua opera più famosa è “Aci e Galatea”, composta nel 1708 su libretto di José de Canizares, rappresentata a Madrid almeno fino al 1774; un’altra delle sue migliori zarzuelas è “Giove e Semele”, del 1718, che sopravvive in un manoscritto conservato a Évora.

(*) Azione teatrale in cui si alternano scene parlate, altre cantate e balli concertati.

Los Elementos (“Opera armonica in stile italiano”)
(Primi nove numeri; testi su Youtube nelle note al video)
Capella de Ministrers, dir. Carles Magraner

Júpiter y Semele o El estrago en la fineza (Zarzuela baroccca):
Aria: “Teme, teme el oráculo”
Duetto: “En venganza, y en furor”
Soledad Carlos, soprano (Aria)
Marta Almajano, soprano
Lola Casariego, mezzosoprano
Diego Nadra, oboe barocco
Al Ayre Español, dir. Eduardo López Banzo

Acis y Galatea (Zarzuela barocca)
Aria di Aci: “¡Ay de aquel que desprecia”
(testo su Youtube nelle note al video)
Lola Casariego, mezzosoprano
Al Ayre Español, dir. Eduardo López Banzo

———————————————————-

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...