Franz Doppler

Franz Doppler (1821 – 1883)

Albert Franz Doppler è ricordato tra i più famosi virtuosi di flauto del periodo romantico; spesso si esibisce in duo col fratello Karl, direttore musicale del Teatro di Budapest e maestro di cappella alla corte di Stoccarda.
Franz Doppler, come il fratello Karl, nasce a Leopoli, attuale Ucraina, allora parte dell’Impero Austro-Ungarico; entrambi vengono istruiti dal padre, oboista presso l’orchestra del Teatro di Varsavia, e si affermano come abili flautisti. All’età di tredici anni Franz Doppler esordisce con successo a Vienna e nel 1838 diventa primo flauto dell’orchestra del Teatro tedesco di Budapest, seguito dal fratello Karl, di lui più giovane di 4 anni. I due fratelli poi contribuiscono alla costituzione della prima orchestra sinfonica ungherese; formano anche un duo che si esibisce con successo in diverse città d’Europa. A tal proposito si racconta che quando i due fratelli suonavano insieme sembrava che tra i due vi fosse interposto uno specchio; essendo mancino, Karl utilizzava un flauto appositamente realizzato che si suonava in direzione opposta rispetto al flauto traverso tradizionale.
Nel 1858 Franz si stabilisce definitivamente a Vienna; insegna al Conservatorio, è il primo flauto del Teatro di Corte e il direttore del balletto dell’Opera imperiale.
La musica di Franz Doppler spesso riflette nelle sue melodie brillanti o romanticamente afflitte temi popolari ungheresi; alcune composizioni sono trascrizioni e pot-pourri di brani d’opera. Franz Doppler compone principalmente per il flauto, alcune pagine sono scritte assieme a Karl, tuttavia nella sua produzione non mancano una quindicina di balletti e alcune opere liriche, tra cui “Judith”, composta per il Teatro tedesco, e un lavoro russo intitolato “Benyovsky”. Franz Doppler è famoso anche per le versioni orchestrali di sei delle Rapsodie ungheresi di Liszt.

Franz Doppler – Fantasia Pastorale Ungherese op. 26
Aleksandr Haskin, flauto
Louis Schwizgebel-Wang, pianoforte

Franz Doppler – Andante e Rondò Op. 25
Gurgen Galstyan, flauto
Armen Ghukasyan, flauto
Hovhannes Manoukyan, pianoforte

Franz e Karl Doppler – Fantasia sul “Rigoletto” di Verdi Op.38
Ji Young Lee, flauto
Jean Ferrandis, flauto
Paul Montag, pianoforte

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...