Silvestre Revueltas

Silvestre Revueltas (1899 – 1940)

Violinista, compositore e direttore d’orchestra, Silvestre Revueltas è una delle figure più significative della musica messicana del XX secolo. Eccellente rappresentante della corrente nazionalista, cerca il rinnovamento delle forme recuperando i valori della musica indigena e del passato preispanico; la sua musica è ricca di colori orchestrali e vitalità ritmica. Grande talento musicale, Revueltas alimenta il suo genio creativo con abbondanti quantità di alcol che, unito alle complicanze di una grave polmonite, porrà fine anzitempo ai suoi giorni.
Nato a Santiago Papasquiaro, nello stato di Durango, Silvestre Revueltas mostra sin dall’infanzia particolare abilità nel suonare il violino; i suoi studi si svolgono a Città del Messico dal 1913 al 1916, poi al St. Edward College di Austin, in Texas, e al Chicago Musical College dal 1918 al 1920.
Nel 1924 e nel 1925 Silvestre Revueltas si esibisce con Carlos Chavez in concerti dove si eseguono opere contemporanee messicane.
Nel 1926 ritorna negli Stati Uniti; all’attività di violinista affianca quella di direttore musicale per il teatro di San Antonio, Texas, e di Mobile, Alabama.
In questi anni inizia a proporsi come compositore. I suoi primi lavori sono per piccola orchestra; si ricordano soprattutto “El afilador” del 1924 e “Batik” del 1926. Nel 1929 Carlos Chávez lo nomina direttore assistente della neonata Orchestra Sinfonica del Messico, della quale diventa direttore artistico nel 1936, e lo invita ad insegnare composizione al Conservatorio Nazionale di città del Messico.
Nel 1934 Revueltas inizia a scrivere le musiche per il film “Redes”, un progetto del Ministero dell’Istruzione; compone musiche per altri otto film, tra cui “La noche de los Maya”, il suo brano più conosciuto. In alcune scene di “¡Vámonos con Pancho Villa!” (1935), di cui è autore delle musiche, appare come pianista di bar.
Nel 1937 Silvestre Revueltas partecipa in Spagna alla guerra civile insieme ad altri artisti della LEAR (Liga de Escritores y Artistas Revolucionarios) e usando la musica come arma offre il proprio contributo contro la politica delle censure. Ritornato in Messico vive in povertà, dedicandosi all’insegnamento, ma soprattutto all’alcol. L’aggravarsi della polmonite e le complicanze indotte dall’alcol lo costringono a ricoverarsi all’ospedale di Città del Messico; muore il 5 ottobre 1940, all’età di quarant’anni, mentre va in scena la prima esecuzione del suo balletto “El renacuajo paseador”.
Silvestre Revueltas nella sua breve carriera di compositore è straordinariamente produttivo, peraltro la sua musica è poco conosciuta in Europa.
Nelle sue orchestrazioni ricorre a strumenti diversi, anche metallici, a corde e percussivi, atti ad enfatizzare le melodie; fa uso di armonie dissonanti e di contrappunti che si scontrano ritmicamente.
Le sue opere comprendono musiche per film, musica da camera e per orchestra, canzoni, balletti. Le musiche per il film “La notte dei Maya” lo hanno reso molto popolare, tuttavia è “Sensemayá” il suo capolavoro. Nonostante la brevità, anzi proprio in questo trova la sua maggiore efficacia, Sensemayá racchiude tutti gli elementi stilistici di Revueltas, a cominciare dal ritmo, influenza diretta della “Sagra della primavera” di Stravinsky. Ispirato ad una poesia del poeta cubano Nicolás Guillén, il brano è impostato su un canto religioso afro-cubano che ha per oggetto l’uccisione di un serpente. Composta per piccola orchestra nel 1937, l’anno seguente viene rielaborata per una formazione che oltre agli archi comprende 27 strumenti a fiato e 14 a percussisone.

La Noche de los Mayas: IV mov. “Noche de Encantamiento”
Orchestre de Paris, dir. Kristjan Järvi

Sensemayá
Orchestra Filarmonica di Berlino, dir. Gustavo Dudamel

Omaggio a Federico García Lorca
1. Baile
2. Duelo por García Lorca
3. Son
Ebony Band Amsterdam, dir. Werner Herbers

Advertisements

One thought on “Silvestre Revueltas

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...