Friedrich L.A. Kunzen

Friedrich Ludwig Aemilius Kunzen (1761 – 1817)

Compositore e direttore d’orchestra tedesco, Friedrich Ludwig Aemilius Kunzen svolge la maggior parte della sua attività in Danimarca; a Berlino, con Johann Friedrich Reichardt, fonda una casa editrice ed avvia le pubblicazioni di una rivista musicale.
Nato a Lubecca, Friedrich L.A. Kunzen è il figlio di Adolf Karl Kunzen e il nipote di Johann Paul Kunzen, due  importanti organisti della Marienkirche. Coltiva la passione per la musica, peraltro nel 1781 inizia gli studi di giurisprudenza presso l’Università di Kiel; nel 1785 si trasferisce a Copenaghen deciso ad intraprendere la carriera musicale.
La sua attività inizia alla corte danese e presso i circoli di società, dove si esibisce al pianoforte e al clavicembalo; come compositore ottiene i primi successi con una Cantata in memoria del conte Otto Thott e con la musica scritta nel 1786 in occasione del matrimonio tra la principessa Luisa Augusta di Danimarca e il duca Federico Cristiano II di Augustenburg.
Nel 1788 Kunzen conosce il poeta Jens Baggesen che gli fornisce i testi per l’opera “Holger Danske” (Ogier il Danese, personaggio leggendario che risale alla chanson de geste); rappresentata nel 1789 a Copenaghen, l’opera genera profonde ripercussioni sul nazionalismo danese facendo nascere la corrente letteraria detta Faida di Ogier  che poneva gli accenti sul malcontento della popolazione nativa nei confronti dell’influenza tedesca sulla società danese. Con la pubblicazione da parte di Peter Andreas Heiberg della satira “Holger Tyske” (Ogier il tedesco) , nella quale si fa beffe delle liriche di Baggesen, Friedrich Kunzen è costretto a lasciare temporanemente la Danimarca. Per due anni risiede a Berlino, poi si sposta  a Francoforte sulMeno dove, tra il 1792 e il 1794, dirige il nuovo Teatro Nazionale occupandosi anche della rappresentazione del Don Giovanni e del Flauto magico di Mozart. Successivamente lavora per il Teatro dell’Opera di Praga.
Nel 1795 ritorna a Copenaghen e assume la direzione dell’Orchestra Reale; in questa qualità beneficia di importanti riconoscimenti quali il conferimento del titolo di Cavaliere dell’Ordine del Dannebrog e la nomina a membro della Reale Accademia di Musica.
Muore improvvisamente per un ictus, apparentemente dopo un’accesa disputa con Baggesen per una questione di plagio.
Friedrich Ludwig Aemilius Kunzen oggi è quasi del tutto dimenticato; la sua produzione musicale comprende musica per le occasioni di corte, musica per orchestra, pezzi per pianoforte, Singspiele, l’opera “Erik Ejegod” e l’oratorio “Opstandelsen (La Resurrezione), all’epoca una delle sue composizioni più diffuse.

Sonata per pianoforte in do diesis min.
(Allegro moderato – Minuetto: Allegretto 05:24 – Adagio 08:11 – Presto 12:10)
Thomas Trondhjem, pianoforte

Ouverture n. 2 in re magg.
Mecklenburg-Schweriner Hofkapelle, dir. Ivan Törzs

Sinfonia in sol min.
Orchestra dei Concerti della Radio Danese, dir Peter Marschik

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...