Sibelius: Cavalcata notturna e alba Op. 55

Jean Sibelius: Cavalcata notturna e alba, poema sinfonico Op. 55
(Öinen ratsastus ja auringonnousu)

Composto nel 1908, il poema sinfonico “Cavalcata notturna e alba” evoca un viaggio notturno e la luce soffusa di un’alba nordica; è una delle opere più mistiche e intense di Jean Sibelius e, come da lui stesso affermato in diverse occasioni, trova ispirazione nella prima visita al Colosseo di Roma nel 1901 e in una traversata in slitta da Helsinki a Kerava, durante la quale assiste ad un’alba sorprendente.
Il brano si snoda in tre parti contrastanti. Il ritmo pressante della prima sezione raffigura il galoppo dei cavalli nel paesaggio notturno dalle luci cangianti; una specie di inno affidato agli archi conduce alla parte finale, il momento magico in cui si alzano i primi raggi del sole, passaggio evidenziato dall’intervento dei corni.
Strutturalmente è una pagina abbastanza lontana dalla convenzionale forma-sonata; i suoi gruppi tematici sono spesso ripetuti e alternati. Sibelius, inoltre, pur impiegando una grande orchestra, ottiene i suoi effetti contemplativi, quasi trascendentali, utilizzando gli strumenti a piccoli gruppi.
Il poema sinfonico viene eseguito per la prima volta il 21 gennaio 1909 a San Pietroburgo sotto la direzione Alexander Siloti; tiepida è l’accoglienza da parte dei critici, sulla Novoye Vremya qualcuno scrive “chi è in sella, e perché?”.

London Philharmonic Orchestra, dir. Simon Rattle

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...