Sigfrid Karg-Elert

Sigfrid Karg-Elert (1877 – 1933)

Compositore e didatta tedesco, Sigfrid Karg-Elert gode di grande fama nei primi anni del XX secolo per la sua musica scritta per organo e per armonium.
Siegfried Theodor Karg nasce a Oberndorf am Neckar, ultimo di 12 figli, in una famiglia di modesta estrazione sociale in costante movimento tra le varie zone della Germania. Sin da bambino manifesta spiccate attitudini musicali, e nel 1882, quando la sua famiglia si ferma a Lipsia, Siegfried Karg viene ammesso nel coro della chiesa di San Giovanni; studia privatamente il pianoforte e inizia a comporre. I suoi primi lavori sono apprezzati da Emil Nikolaus von Reznicek che, riconosciuto il suo talento, organizza una borsa di studio per consentirgli di frequentare il Conservatorio di Lipsia; qui ha per maestri Jadassohn, Reinecke, Reisenauer e Teichmüller.
Nel 1901 si trasferisce a Magdeburgo come insegnante di pianoforte; conosce Carl Simon, editore e fabbricante di armonium, strumento per il quale scrive numerose composizioni; aggiunge al suo cognome quello della madre e cambia il suo nome in Sigfrid, secondo la pronunzia svedese. Nel 1915 si arruola nell’esercito e fa parte delle bande reggimentali suonando diversi strumenti. Le composizioni di questo periodo sono soprattutto per il flauto e per il clarinetto.
Ritornato a Lipsia, nel 1919 ottiene la cattedra di pianoforte e di teoria musicale e composizione presso il Conservatorio musicale; negli ultimi anni della sua carriera è criticato dai suoi colleghi perché ritenuto poco nazionalista.
Nella produzione musicale di Sigfrid Karg-Elert la parte più cospicua è quella per tastiera: numerose composizioni per pianoforte, più di 250 brani per organo e un centinaio di pezzi per l’armonium d’arte (kunstharmonium), strumento sviluppato dal francese Victor Mustel appositamente per le esecuzioni in concerto; non vanno dimenticate alcune opere teoriche tra cui “Die Harmoniumtechnik, Elementarschule”, appunto dedicata all’armonium.
Il suo repertorio comprende anche musica per flauto, solo o con pianoforte, per sassofono e per clarinetto; tuttavia queste opere sono poco conosciute in quanto il nome di Sigfrid Karg-Elert è generalmente associato alla letteratura organistica.

Praise the Lord
Diane Bish, organo Ruffatti
(Chiesa presbiteriana Coral Ridge, Fort Lauderdale (Florida) chioesa

Sinfonische Kanzone Op. 114
Gergely Ittzés, flauto
József Gábor, pianoforte

Sonatina per armonium in la min. Op. 14 n. 3
Emmanuel Pélaprat, armonium

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...