Claudia Francesca Rusca

Claudia Francesca Rusca (1593? – 1676)

Claudia Francesca Rusca, compositrice e musicista, monaca di clausura nel monastero di Santa Caterina in Brera è autrice di varie composizioni, strumentali e vocali, pubblicate il 30 gennaio 1630 nella raccolta intitolata “Sacri concerti”, opera dedicata al cardinale Federico Borromeo, arcivescovo di Milano, nipote di San Carlo, e fondatore della celebre Biblioteca Ambrosiana.
Non si hanno notizie certe sulla data di nascita e sulla proveninenza di Claudia Francesca Rusca, è probabile che sia una discedente dell’illustre casato dei Rusca di Locarno; suo fratello Antonio, più giovane di 5 anni, sacerdote e teologo, era attivo a Milano, strettamente in contatto con il cardinale Borromeo.
Lodata sin dalla giovane età per le sue capacità musicali, Claudia Francesca Rusca entra in convento tra il 1618 e il 1620, da quanto è possibile dedurre dall’archivio storico della diocesi milanese; muore il 6 ottobre 1676 per un colpo apoplettico.
Nella quiete della clausura suor C. Francesca Rusca completa la stesura dei “Sacri Concerti” che, per volere del fratello Antonio, vengono pubblicati dall’editore Giorgio Rolla e custoditi nella Biblioteca Ambrosiana.
I “Sacri concerti a una, due, tre, quattro e cinque voci. Con Salmi e Canzoni Francesi à 4. Varii Motetti, Magnificat, Falsibordoni e Gloria Patri à 8” costituiscono una preziosa documentazione sull’attività musicale all’interno dei conventi femminili nel XVII secolo, sia corale che strumentale vista la presenza di canzoni sonate e mottetti concertati; sono interessanti anche le indicazioni sulla distribuzione delle voci.
L’edizione originale dei Sacri Concerti, probabilmente mai visionata prima del 1930, suscita l’interesse di Walter Jesinghaus, musicista del Canton Ticino, il quale, convinto che la suora fosse di origini ticinesi e volendo dar lustro alla cultura musicale della sua terra, decide di fotografare l’intera edizione ed esporla durante una manifestazione artistica tenuta nel 1938 al castello di Locarno. Jesinghaus, peraltro, mai avrebbe immaginato che le sue fotografie sarebbero diventate l’unica fonte dei Sacri Concerti, difatti l’originale a stampa viene distrutto nell’agosto 1943, quando i bombardamenti anglo-americani colpiscono la Bilioteca Ambrosiana.

Canzona I “La Borromea”
Ensemble La Frottola, dir. Marcello Serafini

“Omnes Gentes”, mottetto a 8 concertato
Ensemble La Frottola, dir. Marcello Serafini
Gruppo vocale Biscantores, dir. Luca Colombo

“Jubilate Deo Omnis Terra”
Ensemble La Frottola, dir. Marcello Serafini
Gruppo vocale Biscantores, dir. Luca Colombo

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...