Virgil Thomson

Virgil Thomson (1896 – 1989)

Virgil Thomson, poliedrico compositore americano, direttore d’orchestra, celebre critico musicale del New York Herald Tribune, è destinatario di prestigiosi riconoscimenti internazionali tra cui, nel 1948, un Premio Pulitzer per la colonna sonora del film di Robert Flaherty  Louisiana Story. Thomson ha un ruolo determinante nello sviluppo dell’American Sound nella musica classica; la sua opera è una particolare combinazione di forme contemporanee e musiche tradizionali, compresi i canti popolari americani e gli inni della Chiesa Evangelica Battista.
Nato a Kansas City, Missouri, Virgil Thomson è avviato sin da bambino agli studi musicali; all’età di 12 anni è organista presso la chiesa Battista. Presta servizio nell’esercito durante la prima guerra mondiale, poi completa la sua formazione all’Università di Harvard dove si dedica principalmente all’opera per pianoforte di Erik Satie. Una borsa di studio gli permette nel 1921 di studiare a Parigi con Nadia Boulanger.
Nel 1925 Thomson si trasferisce a Parigi rimanendovi fino al 1940. Frequenta i maggiori artisti del tempo e collabora assiduamente con la scrittrice Gertrude Stein; la più famosa tra le composizioni di questo periodo è l’opera Quattro Santi in tre atti.
Ritornato negli Stati Uniti, Virgil Thomson si stabilisce in un appartamento presso l’Hotel Chelsea di New York; qui trascorre il resto della sua vita tra dipinti, fotografie, libri e mobili di artisti famosi, suoi amici. Compone opere, canzoni, musiche per pianoforte, per film e per documentari, tra cui The River per il quale utilizza molte melodie popolari americane. Scrive per il New York Herald Tribune fino al 1954; è autore di numerose pubblicazioni tra cui un’autobiografia intitolata semplicemente Virgil Thomson. Dal 1960 compone anche musica sacra; in quest’ambito spiccano una Missa pro defunctis per doppio coro e orchestra e un Pange lingua per organo.

My Shepherd Will Supply My Need
Baylor A Cappella Choir, dir. Alan Raines
Celeste Johnson, pianoforte
Abby Yeakle, oboe
Katie Kelley, flauto

Symphony on a Hymn Tune (Sinfonia n. 1)
I. Introduction and Allegro
II. Andante cantabile [08:07]
III. Allegretto [12:56]
IV. Alla breve [16:06]
New Zealand Symphony Orchestra, dir. James Sedares

Concerto per violoncello e orchestra
Yehuda Hanani, violoncello
RTE National Symphony Orchestra, dir. William Eddins

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...