Peter Warlock

Peter Warlock (1894 – 1930)

Philip Arnold Heseltine, compositore inglese, studioso, critico musicale per il “Daily Mail” di Londra, fondatore e redattore della rivista mensile “The Sackbut”, firma le sue composizioni con lo pseudonimo di Peter Warlock riservando il suo vero nome all’opera letteraria ed editoriale.
Nato a Londra e rimasto orfano all’età di 2 anni, Philip Arnold Heseltine vive con la madre nel Galles; frequenta la scuola pubblica, è interessato alla musica ma non riceve alcuna formazione specifica se non il sostegno di Colin Taylor, insegnante di pianoforte. Nel 1908 Heseltine viene in contatto con la musica di Frederick Delius e ne rimane affascinato; tramite Taylor lo incontra personalmente e con lui stringe una profonda e duratura amicizia. Per qualche tempo Heseltine studia a Oxford poi, nel 1915, si trasferisce a Londra dove lavora come critico musicale per il Daily Mail. Allo scoppio della Grande Guerra è giudicato inidoneo al servizio militare; rimasto senza lavoro trascorre molto tempo al British Museum dove amplia le sue conoscenze sulla musica antica. Dal 1918 si dedica seriamente alla composizione e adotta lo pseudonimo di Peter Warlock; nel 1923 pubblica, con il suo vero nome, la prima biografia di Frederick Delius.
La carriera irregolare di Philip Arnold Heseltine trova un po’ di tranquillità fino al 1929, quando fallisce l’esperienza editoriale intrapresa con il mensile “The Sackbut”. Senza lavoro, in difficoltà economiche e in preda all’alcol, cade in una profonda depressione; all’età di 36 anni si suicida col gas nella sua abitazione londinese.
La maggior parte della produzione musicale di Peter Warlock è dedicata alla musica vocale, solistica e corale, dove è evidente l’influenza della musica popolare celtica e gallese; molti testi sono tratti da opere medievali. In quest’ambito, uno dei suoi lavori più noti è il ciclo di canzoni “The Curlew” del 1922. Tra le poche composizioni strumentali la sua opera più famosa è la Suite per orchestra da camera “Capriol Suite”, del 1926, della quale esiste anche una versione per pianoforte a 4 mani curata dallo stesso Warlock; meritano attenzione anche un gruppo di preludi per pianoforte solo costituiti da arrangiamenti di melodie celtiche.
Tra le sue pubblicazioni si ricordano in particolare, oltre alla citata biografia di Delius, una monografia su l’Ayre inglese, trascrizioni di compositori antichi, tra cui Dowland e Purcell, e il saggio intitolato “Carlo Gesualdo, principe di Venosa, musicista e Assassino”.

Capriol Suite
1.Basse-Danse, Allegro moderato
2.Pavane, Allegretto, ma un poco lento
3.Tordion, Con moto
4.Bransles, Presto
5.Pieds-en-l’air, Andante tranquillo
6.Mattachins (Sword Dance), Allegro con brio
The Norwegian Chamber Orchestra, Henning Kraggerud

Bethlehem Down
King’s College Cambridge

Serenata per il 60° compleanno di Frederick Delius
Academy of Saint Martin-in-the-Fields, Neville Marriner

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...