Brahms – Akademische Festouvertüre Op. 80

Johannes Brahms – Akademische Festouvertüre Op. 80

L’Ouverture per una festa accademica viene composta da Brahms nell’estate del 1880 come ringraziamento musicale verso l’Università di Breslavia che l’anno precedente gli aveva conferito la prestigiosa laurea “honoris causa” in filosofia; scritta per ampio organico orchestrale, viene eseguita il 4 gennaio 1881 nella Sala della Konzerthauses di Breslavia sotto la direzione dello stesso compositore.
L’editore Simrock di Berlino, nel pubblicare l’Ouverture “Festiva”, aggiunge il solenne attributo “Accademica”,  da Brahms giudicato eccessivo in quanto questo brano rappresentava per lui uno svago, un momento di serena evasione dai suoi più gravosi impegni sinfonici.
Come omaggio al mondo universitario Brahms decide di utilizzare temi tratti dai seguenti quattro famosi canti goliardici, eseguiti in forma rapsodica in altrettante quattro sezioni:

  • a) Wir hatten gebauet ein stattliches Haus, Allegro in do minore;
  • b) Der Landesvater, Maestoso in do maggiore;
  • c) Das Fuchslied, Animato in mi minore;
  • d) Gaudeamus igitur (l’inno internazionale della goliardia), Finale Maestoso in do maggiore.

L’Ouverture si apre con un tema di marcia proposto dagli archi e ripreso dai corni; un breve episodio di transizione introduce un motivo secondario in forma di corale. Nuovamente ritorna il tema di marcia, presente anche nelle altre sezioni, poi lo sviluppo del tema del corale chiude la prima parte.
La sezione seconda inizia con il tema di marcia, rielaborato, variato e più volte ripetuto;  il nuovo motivo goliardico Der Landesvater, dalla struttura energica e maestosa, viene presentato dai violini e successivamente ripreso da tutti gli  strumenti.
Fuchslied, inno delle matricole presentato dagli strumenti a fiato, conferisce alla terza parte un carattere scherzoso; il tema è sviluppato con variazioni, poi si ritornano, nuovamente rielaborati, tutti i temi precedenti.
Sezione finale euforica nella timbrica e nella dinamica; il tema del Gaudeamus igitur eseguito dai fiati, è sostenuto dai violini con ampie scale ascendenti in un crescendo di festosa intensità.

Orchestre de Paris, dir. Paavo Järvi

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...