Amadeo Roldán

Amadeo Roldán y Gardes (1900 – 1939)

Amadeo Roldán, violinista e compositore cubano, è il promotore nell’isola dell’arte sinfonica moderna; è il primo a integrare strumenti musicali afro-cubani nella tradizionale orchestra sinfonica europea, è uno dei primi a comporre opere per sole percussioni.
Nato a Parigi, temporanea residenza dei suoi genitori cubani, Amadeo Roldán è avviato agli studi musicali da sua madre Albertina Gardes, affermata pianista; studia violino al Conservatorio di Madrid dove si aggiudica il prestigioso Premio Sarasate.
Amadeo Roldán raggiunge L’Avana nel 1921; assume l’incarico di primo violino dell’Orchestra Filarmonica della quale, nel 1932, diventerà il direttore principale. È anche il fondatore del quartetto d’archi “Habana” ed uno dei principali esponenti del Movimento Afro-cubano.
Nel 1926 organizza una serie di concerti durante i quali si eseguono per la prima volta a Cuba composizioni di Scriabin, Debussy, Satie, de Falla, Ravel, Poulenc e Stravinsky. Nel 1933 dirige l’Orchestra Filarmonica nell’esecuzione della Nona sinfonia di Beethoven.
Accanito fumatore, muore a causa di un cancro all’età di 39 anni, al culmine della sua attività compositiva.
Amadeo Roldán vuole pervenire con la sua musica a un’arte indipendente dall’Europa, un’arte che venga universalmente accettata non tanto per i suoi aspetti esotici, quanto per la valenza intrinseca, valorizzazione di una particolare cultura.
Roldán non è un compositore particolarmente prolifico. Lascia brani per orchestra, composizioni da camera, per voce con accompagnamento e per pianoforte solo; inoltre è autore di serie di pezzi brevi, intitolata Ritmicás, di cui il quinto e il sesto sono scritti per ensemble di percussioni. La musica de La Rebambaramba, balletto in due parti che rievoca la vita rurale a Cuba, è l’esempio più tipico delle sue composizioni: la classica orchestra sinfonica è integrata da strumenti cubani, tra cui maracas e güiro.

Ritmicás n. 5 e n. 6
Iowa Percussion, dir. Dan Moore

Suite da La Rebambaramba
New World Symphony, dir. Michael Tilson Thomas

Poema
Quartetto d’archi de L’Avana

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...