Gaspar van Weerbeke

Gaspar van Weerbeke (1445? – dopo il 1516)

Gaspar van Weerbeke, compositore e cantore fiammingo, è uno dei principali componenti della famosa Cappella Viscontea di Galeazzo Maria Sforza; i suoi cicli di mottetti sono i primi esempi di brani destinati a sostituire il “Proprio” della Messa.
Nato nella diocesi di Tournai e cresciuto a Oudenaarde, Gaspar van Weerbeke potrebbe aver studiato con Johannes Regis e Johannes Ockeghem. Nulla si conosce dei suoi primi anni di attività. Nel 1471 è attivo a Milano come componente della Cappella degli Sforza; l’anno successivo ritorna in Borgogna per assumere un gruppo di cantori da inserire nella Cappella Viscontea. Nel 1476, quando il coro viene sciolto a seguito dell’uccisione di Galeazzo Sforza, Weerbeke si trasferisce a Roma; è membro della Cappella papale durante il papato di Sisto IV e Innocenzo VIII. Nel 1489 ritorna a Milano; dopo un lungo periodo trascorso nelle Fiandre, nel 1499 è di nuovo a Roma dove riprende la sua posizione nella Cappella Papale. Dal 1516 di lui si perde ogni traccia.
Gaspar van Weerbeke è autore soprattutto di musica sacra vocale; in ambito profano gli sono state attribuite alcune Canzoni, ma diversi studiosi ritengono siano opera di Desprez o di Japart. Weerbeke è tra i pochissimi compositori di Scuola franco-fiamminga a non utilizzare il contrappunto imitativo, che in quegli anni era in forte sviluppo; il suo stile denota grande eufonia e chiarezza armonica. Lo stile delle sue Messe risulta antiquato rispetto a quello dei suoi contemporanei.

Ave, Stella matutina a 4 voci

Kyrie da “Missa Et trop penser”
Newman Consort

Verbum caro factum est
Newman Consort

Annunci

4 thoughts on “Gaspar van Weerbeke

  1. Ciao!
    Leggo nel tuo articolo che i cicli di mottetti di Weerbecke «sono i primi esempi di brani destinati a sostituire il “Proprio” della Messa»: potresti per cortesia indicarmi la fonte di questa notizia?
    Si tratta in effetti di cicli di brani chiamati motetti missales, la cui produzione si colloca quasi per intero in ambito milanese tra fine ‘400 e inizio ‘500; è vero che i primi si devono a Weerbecke ma, a quanto mi risulta, ne furono composti diversi anche in sostituzione di parti dell’Ordinario (Gloria, Credo, Sanctus e Agnus Dei), e non solo di sezioni del Proprio. Sui motetti missales sono stati recentemente condotti studi approfonditi; un anno fa all’argomento è stato dedicato un convegno musicologico tenutosi presso la sede della Schola cantorum basiliensis: ne parla Francesco Rocco Rossi in una pagina del sito di MAaR – Musica Antica a Roma, che se vuoi puoi leggere a questo indirizzo:
    http://www.musicanticaroma.it/site/2016/08/18/convegno-sui-mottetti-missales-a-basilea/
    Un caro saluto.

  2. Gent.mo Claudio Capriolo,
    grazie per questo tuo prezioso intervento.
    La frase “incriminata” proviene dal sito HOASM dove , a questa pagina http://www.hoasm.org/IVA/Weerbecke.html, leggo “He wrote some eight Masses, two Credos, twenty-eight motets, two motet cycles and five chansons that survive; the motet cycles were early examples of pieces intended to be substituted for the Proper of the Mass”. Early Examples l’ho inteso come primi esempi.
    Edit: Proper of the Mass il “Proprio” della Messa.
    Con affetto e stima,
    Nicola

  3. Ti ringrazio. Dobbiamo dunque imputare a Chris Whent due imprecisioni: una per eccesso, quando specifica “Proper of the Mass” (si sarebbe dovuto limitare a un generico “mass sections”); e una per difetto, perché non chiarisce che quella dei cicli di mottetti sostituivi delle sezioni di messa è una prassi in uso pressoché solo in ambito milanese alla fine del ‘400 (detto in quel modo potrebbe indurre a pensare che si tratti di una tendenza generale della musica liturgica di quell’epoca).
    Grazie ancora, buon lavoro e a presto e ben rileggerci :)
    Claudio

  4. Nuovamente grazie per questa ulteriore delucidazione; in effetti io così avevo interpretato senza la tua precisazione.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...