Cristóbal Oudrid y Segura

Cristóbal Oudrid y Segura (1825 – 1877)

Musicista spagnolo, compositore e direttore di banda, Cristóbal Oudrid y Segura rivitalizza con le sue opere il genere della zarzuela; fonda con Joaquín Gaztambide, Rafael Hernando, Francisco Asenjo Barbieri e José Inzenga la “Sociedad Artístico Musical para el cultivo de la zarzuela”.
Nato a Badajoz, in Estremadura, Cristóbal Oudrid riceve una prima formazione musicale da suo padre; impara a suonare il pianoforte e da autodidatta, senza avere un’approfondita conoscenza delle regole dell’armonia, trascrive per flauto e per tromba alcune opere di Mozart e Haydn. Oudrid completa poi la sua formazione a Madrid sotto la guida di Baltasar Saldoni che promuove la sua attività di pianista pubblicando alcuni articoli sul settimanale “Semanario Pintoresco Español”. Nel 1844, già noto come pianista e arrangiatore di opere, Cristóbal Oudrid viene assunto come clarinettista nell’Orchestra Reale; nel 1845 pubblica una prima raccolta di canzoni.
Nel 1847 debutta con successo in ambito teatrale presentando la zarzuela andalusa “La Venta del Puerto o Juanillo El contrabandista”. Nel 1848 organizza con Rafael Hernando “El Ensayo de una Ópera”, una zarzuela-parodia basata sul melodramma giocoso di Giuseppe Mazza “La prova di un’opera seria”. Il successo ottenuto con “Las Sacerdotisas del Sol o Los Españoles en el Otro Mundo”, dove abbandona i temi locali per una visione più ampia dello scenario spagnolo, segna l’inizio del rinnovamento della zarzuela moderna.
Nel 1860 Cristóbal Oudrid viene nominato direttore dell’orchestra del Teatro del Circo e, successivamente, direttore del Teatro de la Zarzuela; nel mese di novembre 1867 lavora come maestro del coro per la Compagnia dell’Opera Italiana presso il Teatro Real di Madrid, di cui nel 1870 diventa direttore musicale.
Cristóbal Oudrid muore improvvisamente all’età di 52 anni durante le prove dell’opera “Mignon” di Ambroise Thomas.
Con oltre un centinaio di opere al suo attivo, composte da solo o in collaborazione con altri musicisti, Cristóbal Oudrid è una figura chiave nella musica spagnola del XIX secolo; alcune parti dei suoi lavori, tra cui “El sitio de Zaragoza” e “Salve Marinera”, sono diventati celebri come brani indipendenti.
“El sitio de Zaragoza” (L’assedio di Saragozza) è una fantasia descrittiva su temi militari, originariamente concepita come musica di scena per l’omonimo spettacolo teatrale di Juan Colombia.
“Salve Marinera”, deriva dall’inno “Stella Maris” inserito ne “El Molinero de Subiza” (Il mugnaio di Subiza), zarzuela in tre atti scritta nel 1870. Ma come ha fatto questo canto religioso, patrimonio di generazioni di marinai, a diventare l’inno della Marina spagnola? La risposta proviene dalla città di Ferrol dove un gruppo di allievi sottufficiali assistono nel 1872 alla rappresentazione de “El Molinero de Subiza”. Rimasti affascinati dall’esecuzione di “Stella Maris”, decidono di cantarlo sempre dopo ogni celebrazione della Messa a bordo della loro nave. In breve tempo questa usanza si diffonde in tutta la Marina; nel 1941, quando l’Ammiragliato incarica Camilo Pérez Monllor della trascrizione della partitura originale, e con il successivo adattamento del testo di Mariano Mendez Vigo, “Salve Marinera” diventa l’inno ufficiale, eseguito in tutti gli eventi e le celebrazioni della Marina spagnola.

El sitio de Zaragoza
Banda Simfònica Santa Cecília d’Algemesí

“Buenas noches, don Simón”
da “Buenas noches, don Simón” (zarzuela in un atto)

La Macarena (Canzone andalusa)
Michael Kevin Jones, violoncello
Agustín Maruri, chitarra

Salve Marinera
Banda De Música De La Agrupación De Infantería De Marina De Madrid

Salve, estrella de los mares,
 de los mares iris de eterna ventura
 salve fénix de hermosura
 madre del Divino Amor.
 De tu pueblo a los pesares
 tu clemencia dé consuelo
 fervoroso, llegue al cielo,
 hasta Tí, hasta Tí nuestro clamor.
 Salve, Salve, estrella de los mares
 Salve estrella de los mares
 Sí, fervoroso llegue al cielo
 y hasta Tí y hasta Tí nuestro clamor.
 Salve, Estrella de los mares
 Estrella de los mares,
 salve, salve, salve, salve.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...