Jacobus de Kerle

Jacobus de Kerle (1531/1532 – 1591)

Jacobus de Kerle, uno degli ultimi esponenti della scuola franco-fiamminga, è ricordato per il ciclo di Preghiere Speciali composte per il Concilio di Trento, il cui stile semplice, di matrice palestriniana, potrebbe aver convinto i padri conciliari a non abbandonare la polifonia nella musica sacra; secondo il professor Otto Ursprung dell’Università di Monaco, meriterebbe il titolo di “Salvatore della musica polifonica”.
Nato nelle Fiandre, a Ypres, Jacobus de Kerle si forma musicalmente presso il locale monastero di San Martino; per qualche tempo è attivo come cantore e maestro di cappella presso la Cattedrale di Cambrai.  Dal 1555 risiede in Italia; prima organista e carillonneur nel Duomo di Orvieto, poi a Roma dove nel 1562 entra al servizio  del cardinale Ottone di Waldburg, arcivescovo di Augusta, partecipante alle ultime sessioni del Concilio di Trento. Nel 1568 Jacobus de Kerle assume l’incarico di organista e vice maestro di cappella nella Cattedrale di Augusta, dove rimane fino al 1574. Scarse sono le notizie della sua attività e dei suoi spostamenti negli anni successivi; nel 1579 il suo nominativo appare nuovamente nei registri della Cattedrale di Cambrai, nel 1582 figura come direttore del coro del Duomo di Colonia, nel 1583 trova definitiva sistemazione presso la corte imperiale di Praga.
Jacobus de Kerle è autore soprattutto di musica sacra; nelle sue composizioni combina la polifonia di stile franco-fiammingo con la chiarezza dei suoni della Scuola romana. Nel 1561 a Venezia viene pubblicata la sua prima raccolta di Salmi e impostazioni del Magnificat; in questi lavori la polifonia è interrotta da brevi tratti omofonici. Pochissime sono le sue opere in ambito profano; ci sono pervenuti un madrigale e un libro di canzoni a sei voci. I testi delle Preghiere Speciali, composte nel 1562 su specifica commissione del cardinale Ottone di Waldburg, ben accolte e frequentemente eseguite durante le assemblee conciliari, sono opera del frate domenicano spagnolo Petrus de Soto, teologo e professore all’Università di Dillingen.

Media vita” (Mottetto a 6 voci)
Ensemble Versus, Brno

Credo, dalla Messa “Da Pacem Domine”
Huelgas-Ensemble, Paul Van Nevel

Preces Speciales Primum Responsorium Pro Concilio
Vox Hesperia, Romano Vettori

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...