Michael William Balfe

Michael William Balfe (1808 – 1870)

Michael William Balfe, violinista di gran talento, brillante voce di baritono, uno dei cantanti preferiti da Rossini, tanto essere soprannominato il “Figaro irlandese”, è anche un prolifico compositore; alla sua morte però, tutte le sue opere sono inspiegabilmente dimenticate, ad eccezione di “The Bohemian Girl”, eseguita ancora negli anni precedenti la seconda guerra mondiale.
Nato a Dublino, Michael William Balfe è un bambino prodigio; all’età di sette anni suona il violino accompagnando le lezioni di suo padre, maestro di ballo. Nel 1823, rimasto orfano di padre, viene assunto come violinista dall’orchestra del Teatro Drury Lane di Londra; si perfeziona con Charles Edward Horn e studia composizione con Charles Frederick Horn, organista della Cappella di San Giorgio a Windsor. Esordisce come baritono a Norwich ne “Il franco cacciatore” di Weber; completa poi la sua formazione a Roma e a Milano, dove è allievo del basso Filippo Galli, collaboratore di Rossini. Durante la sua permanenza in Italia, Balfe scrive il suo primo componimento drammatico, il balletto “La Pérouse”, che riscuote un discreto successo.
Michael Balfe viene scritturato per tre anni da Rossini e, interpretando Figaro, debutta a Parigi nel 1827. Come baritono prosegue la sua attività nei teatri italiani, principalmente a Milano, Venezia, Bologna, e Palermo, dove presenta anche sue opere su libretti italiani. In questi anni scrive alcune cantate per il soprano Giulia Grisi, con la quale si era esibito a Bologna, e per Maria Malibran, conosciuta a Parigi.
Nel 1833 Michael Balfe fa ritorno a Londra e si dedica quasi esclusivamente alla composizione; “Siege of Rochelle”, messa in scena al teatro Drury Lane nel 1835, è la sua prima opera in inglese. “The Maid of Artois”, del 1836, ottiene un eccezionale successo anche per la partecipazione della Malibran. Seguono altre opere, alcune commissionate dai teatri italiani e dall’Operà di Parigi.
Il 27 novembre 1843, al Drury Lane di Londra, l’opera “The Bohemian Girl” segna un grandioso exploit, successo ripetuti nelle successive cento repliche. L’opera va in scena anche a Vienna, in tedesco, a New York e a Sydney; analogo successo riscuotono più tardi un adattamento italiano intitolato “La Zingara”, presentato a Trieste nel 1854, e “La Bohemienne”, una versione francese in quattro atti, prodotta nel 1862 a Parigi.
Nel 1851, in occasione della prima Esposizione Universale, organizzata nel Crystal Palace di Hyde Park, Michael Balfe compone un “Inno Delle Nazioni” affidato a nove cantanti, ognuno in rappresentanza di un Paese.
Nel 1864 Balfe si ritira in campagna, nell’Hertfordshire. Continua ad occuparsi di musica e alla sua morte ha quasi finito di scrivere “The Knight of the Leopard” che, completata da Michele Costa, verrà rappresentata nel 1874 con il titolo “Il Talismano”.
Michael Balfe lascia una trentina di opere, moltissime cantate e una sinfonia per orchestra. La sua capacità di unire al gusto inglese le forme eleganti e melodiche italiane e francesi, segna un’importante evoluzione dello stile parlato/cantato che caratterizza il teatro inglese. Alla sua opera più eseguita, “The Bohemian Girl”, è ispirato il film del 1936 con Stanlio e Ollio; nel film “L’età dell’innocenza” di Martin Scorsese, 1993, è inserito nella versione di Enya, il brano “I Dreamt I Dwelt in Marble Halls” (Aline, II atto), melodia di grande presa sul pubblico, famosa sin dalla sua prima esecuzione.

“I Dreamt I Dwelt in Marble Halls” (The Bohemian Girl, II atto)
Joan Sutherland, soprano
London Symphony Orchestra, dir. Richard Bonynge

Cantata per Maria Malibran: “Sempre pensoso”
Manuela Custer, mezzosoprano
Richard Bissill, corno
David Harper, pianoforte

The Maid of Artois: Ouverture
Victorian Opera Northwest Orchestra, dir. Philip Mackenzie

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...