Edward MacDowell

Edward MacDowell (1860 – 1908)

Virtuoso pianista, Edward MacDowell è considerato uno dei più importanti compositori statunitensi del XIX secolo; è tra primi a incorporare materiali nativi nelle sue opere e contribuisce alla creazione di un idioma musicale americano indipendente. Oggi è ricordato soprattutto per i suoi brevi pezzi per pianoforte e per i primi due concerti per pianoforte e orchestra, entrambi composti in Germania.
Nato a New York in una famiglia di origine quacchera di estrazione scozzese-irlandese, Edward Alexander MacDowell inizia a studiare musica sin da piccolo con l’aiuto di sua madre, musicista dilettante. All’età di otto anni impara a suonare il pianoforte sotto la guida di Juan Buitrago, un violinista colombiano ospite della famiglia; continua poi lo studio del pianoforte con il cubano Pablo Desverine e la pianista venezuelana Teresa Carreño.
Nel 1876, quando la sua famiglia si trasferisce in Francia, Edward MacDowell frequenta per qualche anno il Conservatorio di Parigi, prosegue poi la sua formazione musicale presso il Conservatorio Hoch di Francoforte; per il pianoforte è allievo di Carl Heymann, per la composizione di Joachim Raff.
Durante la sua permanenza a Francoforte MacDowell incontra spesso Franz Liszt che, ammirando il suo talento, promuove nei concerti alcune sue composizioni e ne caldeggia la stampa presso la Breitkopf & Härtel di Lipsia.
Nel 1881 Heyman lascia l’incarico al Conservatorio e nomin MacDowell suo successore; tuttavia, ritenuto troppo giovane, non ottiene questo incarico. La sua riconosciuta bravura gli consente però  di essere assunto al Conservatorio di Darmstadt.
Edward MacDowell si dedica anche alla composizione oltre a svolgere un’intensa attività concertistica; la sua fama lo precede in America e nel 1888 il suo ritorno in patria viene accolto con grande entusiasmo. La sua popolarità si accresce dopo la prima esecuzione del secondo Concerto per pianoforte e delle Suites per pianoforte “Woodland Sketches”, “Sea Pieces” e “New England Idylls”, nelle quali evoca tipici scenari americani.
Nel 1896 MacDowell è chiamato a istituire un dipartimento di musica alla Columbia University di New York, che dirigerà fino al 1904, quando si dimette per contrasti con l’amministrazione. Nel 1904 è anche tra i primi sette americani nominati membri dell’ American Academy of Arts and Letters.
Edward MacDowell inizia a manifestare problemi di instabilità mentale che, rapidamente, mettono fine a qualsiasi sua attività in ambito musicale, un incidente di carrozza aggrava inoltre le sue condizioni di salute; muore all’età di 47 anni. Nel 1907, Marian Nevins MacDowell, pianista sua allieva a Francoforte, sposata nel 1884, istituisce in sua memoria, a Peterborough, New Hampshire, la MacDowell Colony, una residenza per artisti atta a favorire alti livelli di creatività.
Ampiamente ammirato come pianista, Edward MacDowell appare un compositore attento allo stile tardo-romantico europeo; il lirismo di certe sue composizioni ricorda Edvard Grieg a cui, tra l’altro, dedica le sonate per pianoforte “Nordica” e “Celtica”.
Della sua produzione musicale fanno parte concerti e sonate per pianoforte, suite per orchestra, quattro poemi sinfonici, oltre a una cinquantina di canzoni e musica corale. Nei piccoli pezzi per pianoforte MacDowell si mostra miniaturista sensibile e delicato.

Sea Pieces Op.55
00:00 To the Sea
02:11 From a Wandering Iceberg
03:53 A. D. MDCXX
06:13 Starlight
08:52 Song
11:16 From the Depths
14:30 Nautilus
17:27 In Mid-Ocean
Francesco Caramiello, pianoforte

Concerto per pianoforte n. 2 in re min. Op. 23
(Larghetto calmato – Presto giocoso – Largo, Molto allegro)
Stephen Prutsman, pianoforte
National Symphony Orchestra of Ireland, dir. Arthur Fagen

————————————————————————————–

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...