Gerónimo Giménez

Gerónimo Giménez (1854 – 1923)

Musicista spagnolo, precoce talento musicale, Gerónimo Giménez dedica tutta la sua carriera alla composizione di zarzuelas; nei primi anni del XX secolo il suo estro creativo inizia stranamente a declinare e coglie l’ultimo suo successo nel 1901 con un rifacimento in versione comica, assieme a Miguel Nieto, del Barbiere di Siviglia. Trascorre gli ultimi anni di vita in estrema povertà.
Gerónimo Giménez nasce a Siviglia e la sua prima formazione musicale è curata da suo padre; trascorre l’infanzia e l’adolescenza a Cadice dove studia armonia e composizione con Salvador Vinegra. Virtuoso di violino, Gerónimo Giménez all’età di dodici anni suona come primo violino nell’orchestra del Teatro Principale di Cadice; a diciassette anni si cimenta con la direzione di opere e zarzuelas ottenendo successi clamorosi nonostante la giovane età. Nel 1874 vince una borsa di studio che gli permette di perfezionarsi al Conservatorio di Parigi; compagno di studi di Claude Debussy, completa la sua formazione sotto la guida di Jean-Delphin Alard e Ambroise Thomas, aggiudicandosi il Primo Premio per Armonia e Contrappunto.
Ritornato in Spagna, dopo una tournée in Italia, Gerónimo Giménez si stabilisce a Madrid. Nel 1885 assume la direzione dell’orchestra del Teatro Apollo, successivamente passa al Teatro de la Zarzuela e al Teatro Lirico.
Compositore prolifico, Giménez collabora anche con i principali autori di sainetes, Ricardo de la Vega, Carlos Arniches e i fratelli Serafín e Joaquín Álvarez Quintero. Il grande successo ottenuto nel 1896 da “El baile de Luis Alonso”, su testo di Javier de Burgos, si rinnova a distanza di un anno con “La boda di Luis Alonso o La noche del encierro”, una delle sue opere più eseguite. “La Tempranica”, testo di Julián Romea, presentata al Teatro de la Zarzuela il 19 settembre 1900 è considerato il suo miglior lavoro. Gimenez è autore anche di diverse composizioni orchestrali e da camera, spesso eseguite sotto la sua direzione dall’Unione Musicale Spagnola e dalla Società dei Concerti.

Intermezzo da “La boda de Luís Alonso” (Zarzuela)
Orchestra Sinfonica della Radio Televisione Spagnola, dir. Enrique García Asensio
Lucero Tena: nacchere

Zapateado “La tarántula è un bicho mu’ malo”, da “La Tempranica” (Zarzuela)
Raquel Lojendio, soprano
Orchestra Sinfonica di Tenerife, dir. Victor Pablo Pérez

Preludio “La Torre del Oro”
Banda Sinfonica Unione Musicale di Lleida

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...