Zoltán Kodály – Adagio

Zoltán Kodály – Adagio per violino (viola, violoncello) e pianoforte

L’Adagio per violino e pianoforte è una delle prime composizioni di Zoltán Kodály e non rispecchia, ancora, il suo interesse verso la musica popolare ungherese; si nota, invece, l’influenza di Brahms.
La versione per violino e pianoforte viene composta nel 1905, durante i suoi studi all’Accademia di Musica di Budapest, ed è dedicata al celebre violinista Imre Waldbauer; nel 1910 Kodály realizza le versioni per viola e per violoncello e pianoforte. La popolarità di questo brano è attestata inoltre dalle altre trascrizioni effettuate con l’approvazione del compositore, tra cui la versione per contrabbasso di Norbert Duka e un arrangiamento per orchestra di musica leggera.
Già in questo lavoro il giovane Kodály dimostra una solida concezione in merito all’integrazione degli strumenti e un’ottima ispirazione melodica. Formalmente l’Adagio ha una semplice struttura tripla e ciò fa supporre che, in origine, sia stato pensato come movimento lento di una sonata tradizionale. La musica è chiara, fluida e comprensibile; il bel tema romantico forse è più adatto alla voce malinconica della viola e del violoncello, piuttosto che ai toni più dolci del violino.

Sara Kim, viola
Andrés Atala-Quezada, pianoforte

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...