Brahms – Quintetto per clarinetto e archi Op. 115

Johannes Brahms – Quintetto per clarinetto e archi in si min. Op. 115

Composto nell’estate del 1891 con la feconda collaborazione del clarinettista Richard Mühlfeld, il Quintetto per clarinetto e archi Op. 115 di Johannes Brahms esalta le caratteristiche idiomatiche ed espressive dello strumento le cui sonorità si uniscono magistralmente a quelle degli archi; idee tematiche di struggente e delicata malinconia, sviluppate e riprese in un fitto dialogo contrappuntistico, rendono questo brano, sin dalle sue prime esecuzioni, uno dei pilastri fondamentali del repertorio dello strumento e, nel contempo, una delle composizioni più alte in ambito cameristico.
La prima esecuzione pubblica, Berlino 10 dicembre 1891 con Richard Mühlfeld e il quartetto Joachim, suscita immediatamente grandi entusiasmi.
La partitura, scritta per clarinetto, 2 violini, viola e violoncello, si articola in quattro movimenti: Allegro; Adagio; Andantino; Finale: Con moto, un poco meno mosso.

Il primo movimento si apre con un breve motivo ondeggiante introdotto dai violini; ripreso e trasformato lo incontreremo più volte per tutta la durata del brano. Seguono un elaborato e contrastante motivo, esposto da viola e violoncello, e un tema più arioso che impegna clarinetto e violino. Il dialogo, denso e scorrevole, sfuma nel finale con un velo di tristezza.

L’Adagio inizia con una semplice melodia cantabile di tre note discendenti. Riappare con diversi disegni il motto iniziale, gli archi in sordina accompagnano il clarinetto; la sezione centrale è caratterizzata da una cantilena dal gusto tzigano e dall’andamento rapsodico.

L’elegante e breve dialogo del terzo movimento, Andantino, è interrotto da un appassionato e complesso episodio centrale.

Il quarto movimento è costituito da un tema melodico semplice e da cinque variazioni; l’ultima, poi, s’intreccia con un tema derivato dal motto che, infine, viene ripreso interamente concludendo il Quintetto con grande malinconia.

Charles Neidich, clarinetto
The Parker Quartet:
Daniel Chong e Ying Xue, violini
Jessica Bodner, viola
Kee-Hyun Kim, violoncello

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...