Luigi Cherubini – Sinfonia in re maggiore

Luigi Cherubini – Sinfonia in re maggiore

Cherubini scrive la sua unica sinfonia nel 1815, conformandosi a una richiesta della Società Filarmonica di Londra; l’opera viene eseguita il 1° maggio di quell’anno sotto la direzione dello stesso autore. La sinfonia, rivolta più al secolo passato che all’attualità, non presenta novità o invenzioni di rilievo. La caratteristica più sorprendente sono i quattro movimenti di ampiezza decrescente; dopo il primo, ogni movimento dura la metà di quello che lo precede.

La partitura è scritta per un’orchestra formata da archi, timpani, flauto, coppie di oboi, clarinetti, fagotti, corni e trombe.
Il primo movimento, Largo – Allegro, inizia con una lenta introduzione. Gli archi enunciano il tema principale dell’Allegro, poi presentano con varie ripetizioni un secondo soggetto; dopo lo sviluppo il movimento si chiude con il ritorno del primo tema opportunamente modificato.
Il secondo movimento, Larghetto cantabile, presenta due temi contrastanti; il tema principale, affidato ai primi violini con l’accompagnamento degli archi, è soggetto a repentine, brevi, intromissioni dei fiati.
Il terzo movimento, Minuetto (Allegro non tanto), è forse la parte più suggestiva di tutta la sinfonia; qui gli strumenti a fiato hanno un ruolo di primo piano.
L’ultimo movimento, Allegro assai, è anch’esso in forma-sonata; le due idee tematiche sono sottoposte a un continuo trattamento contrappuntistico.

Orchestra della Toscana, dir. Donato Renzetti
I. Largo – Allegro
II. Larghetto cantabile (10:18)
III. Menuetto: Allegro non tanto – Trio (18:32)
IV. Finale: Allegro assai (23:45)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.