Richard Arnell

Richard Arnell (1917 – 2009)

Richard Arnell, musicista inglese molto apprezzato negli anni ’40 e ’50, oggi è immeritatamente trascurato; compositore prolifico e longevo, è riconosciuto tra i più abili orchestratori del XX secolo.

Richard Anthony Sayer Arnell nasce a Hampstead in una famiglia che agevola la sua formazione musicale; suo nonno era un violinista nell’orchestra municipale di Hastings, sua madre una provetta pianista dilettante. Dopo gli studi alla Hall School, alla University College School di Hampstead e al Royal College of Music di Kensington, si trasferisce a New York per dedicarsi alla composizione. Tra il 1939 e il 1947, quando ritorna a Londra, scrive moltissima musica caratterizzata da un’atmosfera espansiva e romantica, ricca di colori orchestrali. Il suo primo brano importante, le Variazioni per Orchestra Op. 1, viene presentato in anteprima dall’emittente WQXR di New York, una stazione radio che trasmette principalmente musica classica. Il suo Concerto per pianoforte (1944) registra un buon successo sia negli Stati Uniti che in Gran Bretagna. Fino al 1981 Richard Arnell insegna composizione al Trinity College of Music di Londra; qui promuove l’interesse degli studenti verso la musica jazz e le colonne sonore cinematografiche, organizza specifici corsi di specializzazione e nel 1970 pubblica un manuale intitolato “La tecnica della musica da film”. All’inizio degli anni ’60 Richard Arnell aveva composto una gran quantità di musica, tra cui le sue prime cinque sinfonie; tuttavia, a partire da questi anni, tralascia quasi del tutto la composizione per l’orchestra tradizionale e inizia ad occuparsi di musica elettronica e sperimentale nei vari generi.

Concerto per violino n. 1 Op. 9 in un movimento
(Andante con moto – Cadenza – Allegro moderato – Con brio – Andante con moto – Cadenza – Allegro moderato – Poco più vivace – Allegro vivace)
Lorraine McAslan, violino
Royal Scottish National Orchestra, dir. Martin Yates

Sinfonia n. 6 Op. 171 “L’incudine”
BBC Philharmonic, dir. Adrian Leaper

Concerto per pianoforte n. 1 Op. 44
Philip Fowke, pianoforte
Trinity College Symphony Orchestra, dir. John Lubbock

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.