George Enescu – Suite per orchestra n. 3 “Villageoise”

George Enescu – Suite per orchestra n. 3 in re maggiore Op. 27 “Villageoise” La Suite per orchestra n. 3 di George Enescu, intitolata Villageoise in francese (Săteasca in rumeno), è una delle sue composizioni più interessanti, sebbene sia relativamente poco conosciuta; è un’opera complessa che richiede al maestro concertatore una particolare attenzione nell’organizzare i […]

Llibre Vermell de Montserrat

Llibre Vermell de Montserrat Il Llibre Vermell de Montserrat (Libro rosso di Montserrat) è un manoscritto del XIV secolo, conservato nella Biblioteca del Monastero di Montserrat, Barcellona, che contiene alcune pagine con notazione musicale; si tratta di un codice di estrema rilevanza per la musica medievale spagnola, il nome deriva dal colore della rilegatura realizzata […]

Mozart – Trio con pianoforte n. 6 K564

W.A. Mozart – Trio con pianoforte n. 6 in sol maggiore K564 Alla formazione del repertorio per Trio con tastiera, generalmente clavicembalo, avevano già contribuito abili compositori come Carl Philipp Emanuel Bach, Johann Schobert, Franz Jospeh Haydn, tuttavia è con Mozart che il Trio con pianoforte acquista piena maturità. Mozart non solo scrive espressamente per […]

Richard Arnell

Richard Arnell (1917 – 2009) Richard Arnell, musicista inglese molto apprezzato negli anni ’40 e ’50, oggi è immeritatamente trascurato; compositore prolifico e longevo, è riconosciuto tra i più abili orchestratori del XX secolo.

Charles-Marie Widor: Sinfonia Sacra per organo e orchestra

Charles-Marie Widor: Sinfonia Sacra in do minore Op. 81 per organo e orchestra La Sinfonia Sacra di Charles-Marie Widor è considerata uno dei brani più significativi del repertorio per organo e orchestra; si distingue per il carattere meditativo con il quale l’organo interagisce con l’orchestra prima di esprimersi nel solenne, grandioso finale.

Alexander Glazunov – Sinfonia n. 3 Op. 33

Alexander Glazunov – Sinfonia n. 3 in re maggiore Op. 33 Composta nel 1890, all’età di 25 anni, la terza Sinfonia di Glazunov segna un cambiamento di stile del compositore che, allontanatosi dalle influenze di Balakirev e Borodin, unisce il nazionalismo di Rimskij-Korsakov con l’universalismo di Ciajkovskij, cui è dedicato questo lavoro.