Charlie Barnet

Charlie Barnet (1913 – 1991) Sassofonista jazz, uno dei pochi grandi “bandleaders” bianchi dell’epoca swing, Charlie Barnet è tra i primi ad inserire nella propria compagine musicisti di colore quando la segregazione razziale nelle orchestre è la norma. Il periodo più significativo della sua carriera abbraccia il decennio dal 1939 al 1949; “Cherokee”, “Skyliner”, “The […]

Henri-Joseph Rigel

Henri-Joseph Rigel (1741 – 1799) Compositore tedesco, famoso a Parigi sotto l’Ancien Régime, Henri-Joseph Rigel si adegua ai nuovi tempi scrivendo inni e canzoni per la Rivoluzione; fonda nel 1795, con Méhul, Gossec e Cherubini, il Conservatorio di Parigi.

Il Bebop

Articolo redatto per il n. 6 di CADZINE, novembre 2014 Clicca qui per leggere la rivista; puoi anche scaricarla in formato pdf.   Il Bebop (anche bop) è una forma di jazz che si sviluppa a principalmente a Saint Louis, New York e Kansas City a partire dal 1940; il termine bebop è un’onomatopea che […]

Bach in trascrizione

Articolo inviato da Piero Bach in trascrizione La trascrizione è una pratica musicale dalla storia lunga e complessa che si è manifestata nel corso dei secoli con diversi scopi e modalità.

Friedrich Gulda

Friedrich Gulda (1930 – 2000) Friedrich Gulda, eccentrico e poliedrico pianista, geniale improvvisatore, maestro di Martha Argerich e di Claudio Abbado, lascia senza dubbio un solco profondo nella musica del XX secolo.

Charles Mingus

Charles Mingus (1922 – 1979) “Beneath the underdog” (Peggio di un bastardo) è il titolo dell’autobiografia di Charles Mingus, contrabbassista, pianista e compositore statunitense, che possiamo considerare come un trait d’union tra le due grandi correnti del Jazz, il BeBop e il Free-Jazz.

Erroll Garner

Erroll Garner (1921 – 1977) Stile inimitabile, spiccato senso del ritmo, formidabili virtuosismi, ecco gli ingredienti che hanno reso Erroll Louis Garner una figura tra le più influenti nella storia del Jazz; e questo è un fatto straordinario considerando che musicalmente è stato un autodidatta e non ha mai imparato a leggere la musica.